Selfie, tatuaggi, discoteca: quando si è troppo vecchi per queste cose?

Secondo una recente indagine, c’è un età giusta in cui si dovrebbe smettere di fare “cose da giovani”, come tatuarsi, andare in discoteca o scattarsi selfie. Vediamo qual è!

chiudi

Caricamento Player...

Selfie, tatuaggi, concerti sono cose alla portata di tutti… o forse no? Sebbene nulla ci obblighi a rinunciare a determinate cose solo per colpa dell’età che avanza, pare che ci siano alcuni limiti.

A pensarlo sono 2mila inglesi che hanno partecipato a un’indagine sulle loro abitudini di vita, i cui risultati sorprendenti sono stati riportati sull’Huffington Post. Vediamo cosa hanno detto!

Quando si è troppo vecchi per le “cose da giovani”?

  • Innanzitutto, pare che dopo i 45 anni le donne dovrebbero rinunciare ai capelli lunghi e a 47 addirittura dovrebbero dire addio una volta per tutte agli skinny jeans. Ecco qui altri risultati.

troppo vecchi per i tatuaggi

  • Ai tatuaggi si dovrebbe rinunciare ancora prima: a soli 38 anni!
  • E che dire dei gettonatissimi selfie? Secondo il sondaggio, dovrebbero essere vietati dopo i 34 anni (parecchie persone, tra cui molte star, sicuramente non sono d’accordo).
  • La discoteca dovrebbe essere bandita una volta superati i 44 anni. Sebbene molte persone over 40 amino scatenarsi, pare che a questa età la stanchezza cominci a farsi sentire e sarebbe meglio darci un taglio.
  • A quanto pare, scatenarsi non è concesso nemmeno ai concerti: sempre secondo gli inglesi che hanno partecipato all’indagine, dopo i 45 anni si dovrebbe rinunciare ai festival musicali. Ma allora anche i Rolling Stones e Bruce Springsteen sono troppo vecchi per stare sul palco?!
  • A 45 anni, si dovrebbe anche rinunciare a competere con i millenials nativi digitali nell’utilizzo della tecnologia: è inutile cercare di diventare improvvisamente dei geni dell’informatica, meglio accontentarsi dell’utilizzo base di computer, smartphone, tablet e simili.

Ovviamente, non si tratta di regole rigide che tutti dovremmo seguire, ma solo del parere di un limitato campione di cittadini inglesi. Non saranno troppo rigidi?