Le scarpe nel guardaroba di una donna, proprio come accade anche per le borse, non bastano mai.

Fanno bella mostra di sé nelle scarpiere, vicino al letto e nelle cabine armadio: sono sempre pronte a definire qualsiasi outfit nel nome della massima personalizzazione e nell’ottica di raccontare un po’ il carattere di chi le indossa (sempre declinate a seconda della specifica occasione, ovviamente). Di scarpe, inutile dirlo, ne esistono milioni: c’è però un elemento che contribuisce a definirle e a renderle perfette da indossare in certi contesti anziché in altri. Stiamo parlando del tacco, la cui altezza è variabile e in grado di trasformare un paio di jeans o un abito a tubino in un capo d’abbigliamento cozy oppure super sexy. Le cose cambiano in particolar modo anche in base alla specifica altezza di ciascuna: ci sono tipologie di scarpa – e di tacco – che sono più o meno adatte a donne alte o di statura minuta.

L’altezza del tacco si misura in Italia partendo dal terreno per arrivare in pratica al centro del tallone (l’asse centrale del tacco). Come scegliere le scarpe da donna in base al tacco, in modo tale da stare comode? Basterà provare a sollevarsi in punta di piedi e nel caso in cui sotto al tacco rimanga almeno un centimetro di spazio vorrà dire che ci siamo!. In caso contrario, si finirebbe per sforzare le ginocchia in modo eccessivo e anche l’andatura ne risulterebbe interessata in maniera negativa. In generale e a prescindere dall’altezza, è sempre bene evitare le scarpe donna con un tacco superiore ai 12-13 centimetri.

Scarpe da donna

Donne alte e donne di statura minuta: tipologie di tacco adatte

Una donna alta, almeno sopra il metro e 70 centimetri, potrà optare per ballerine e tacchi a rocchetto (sconsigliato però se avete gambe robuste) ma anche per un tacco 8 a spillo. Quest’ultimo, però, dovrà restare vincolato agli happening serali perché poco adatto a interpretare la routine quotidiana e ad essere utilizzato negli ambienti di ufficio. Stivaletti con tacco 6 saranno perfetti un po’ in qualsiasi contesto, dalla cena con gli amici all’aperitivo passando per l’ambiente di lavoro. Camminare e passeggiare, ovviamente in base anche al modello, sarà quindi un piacere. Ok alle scarpe con la zeppa e ai tacchi più spessi, specie nel caso in cui il fisico sia più morbido, in modo da rispettare le proporzioni.

Le donne di statura minuta, invece, possono senza dubbio osare anche tacchi più alti di qualche altro centimetro. Non c’è infatti alcun rischio di sproporzione. Ok alle scarpe con la zeppa e ai tronchetti, questi ultimi perfetti con abiti longuette o gonne al ginocchio che lasciano comunque in vista le gambe. Tacchi spessi e squadrati, tacchi cubani sono l’ideale per donne la cui statura oscilli tra il metro e 60 e il metro e 70 ma restano comunque sconsigliate le ballerine che finirebbero per accorciare ancora di più la figura. Caviglie non proprio sottili non dovrebbero essere definite da scarpe con un tacco al di sotto dei 4 centimetri.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2024 12:53


Abbigliamento e accessori di lusso: i vantaggi dell’acquisto online

Quattro città europee che conservano il proprio fascino anche in inverno