Via lo stato d’emergenza, cambiano le regole anche sulla quarantena e i contatti stretti da Covid: tutte le novità.

Il 31 marzo è una data fondamentale per l’Italia. Segna la fine dello stato d’emergenza dopo oltre due anni di restrizioni e limitazioni. Molte delle regole alle quali ci eravamo abituati, purtroppo o per fortuna, diventeranno un ricordo. Ma questo non vuol dire che la pandemia sia finita, e anzi alcune misure, se non saranno mantenute intatte, verranno quantomeno modificate solo in parte. Abbiamo già visto cosa cambia ad esempio per quanto riguarda il Green Pass, ma quali saranno invece le nuove regole su quarantena e contatti stretti?

Quarantena e contatti stretti: le regole attuali

Con la risalita, piuttosto rapida, anche se non preoccupante, della curva dei contagi, è necessario chairire quali sono le regole riguardanti quarantena e contatti stretti e quali saranno a partire dal 1° aprile.

Quarantena a casa
Quarantena a casa

Ricordiamo che la quarantena è una misura che scatta se una persona sana (contatto stretto) è stata esposta a un caso di Covid-19, per monitorare sintomi e identificare i casi. L’isolamento invece consiste nel separare le persone affette da Covid da quelle che non hanno ancora avuto contatti, per prevenire la diffusione del contagio. Differente ancora la “sorveglianza attiva”, una misura che prevede contatti quotidiani tra la persona sorvegliata e un operatore di sanità pubblica, ma senza conferma di contagio.

Le regole attuali, secondo una circolare diffusa dal ministero della Salute a inizio febbraio, prevedono una quarantena di cinque giorni. La cessazione avviene dopo esito negativo di un test rapido o molecolare in persone che non manifestano sintomi da contagio. Resta però obbligatorio indossare una mascherina Ffp2 nei cinque giorni successivi. Questa misura si applica ai soggetti non vaccinati e a chi non ha completato il ciclo vaccinale primario, o a chi lo ha completato da meno di 14 giorni.

Per chi ha invece una copertura vaccinale totale, attualmente non c’è quarantena, ma obbligo di autosorveglianza per cinque giorni e di mascherina Ffp2 per dieci giorni, a meno che non si presentino sintomi della malattia.

Nuove regole su quarantena e contatti stretti dal 1° aprile

Con la fine dello stato d’emergenza, dovrebbero però arrivare anche dei cambiamenti sostanziali nel decreto che regolerà le nostre vite in relazione alla pandemia da Covid dal 1° aprile. Stando a quanto filtra, le stesse regole per la quarantena diventeranno valide per tutti, sia per i vaccinati che per i non vaccinati.

Non ci sarà quindi bisogno di quarantena in seguito a un contatto con un caso positivo. Basterà un isolamento fiduciario a casa per il contagiato, mentre per i semplici contatti si dovrà applicare il regime di autosorveglianza per dieci giorni con obbligo di mascherina Ffp2. Anche il tampone diventerà necessario solo in presenza di sintomi. Una misura che iauta il Paese a progredire sulla strada del ritorno alla normalità.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

coronavirus

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 23-03-2022


Premio Nobel: quanto guadagna chi lo vince

Cosa significa trivia?