Quanto fa ingrassare la spirale jaydess

Ecco quanto fa ingrassare la spirale jaydess, innovativo metodo contraccettivo.

chiudi

Caricamento Player...

Tra i tanti tipi di contraccezione femminile degni di nota, un posto di riguardo lo merita sicuramente la spirale jaydess, che a differenza delle spirali tradizionali è più da considerarsi un dispositivo intrauterino a rilascio ormonale. Jaydess infatti ha la forma di una spirale, ma ha al suo interno un piccolo serbatoio in grado di rilasciare un ormone, il levonorgestrel che mette la donna nella condizione di non concepire favorendo un leggero inspessimento del muco presente nel collo dell’utero rendendone la superficie refrattaria all’annidamento di eventuali embrioni.

La spirale jaydess va necessariamente inserita dal ginecologo, dopo aver effettuato tutti i controlli del caso: jaydess infatti non è indicata a chi presenta anomalie o patologie più o meno gravi relative all’apparato riproduttivo, o a chi fa uso di antimicotici, di farmaci per il trattamento dell’HIV, dell’epilessia, dell’ipertensione arteriosa polmonare o della depressione. E’ consigliabile farsela applicare tra il quinto e il settimo giorno delle mestruazioni, quando l’utero si trova in una condizione di maggiore elasticità. Alcune donne hanno lamentato un po’ di dolore dopo l’inserimento, problema comunque risolvibile assumendo un antidolorifico prima dell’impianto.

Quanto fa ingrassare la spirale jaydess?

Tra gli effetti collaterali della spirale jaydess l’aumento di peso non è contemplato: i primi mesi questo dispositivo può dare luogo ad un flusso mestruale molto abbondante e ad un prolungamento della durata del ciclo, poi questo tende pian piano a normalizzarsi e in certi casi a scomparire, senza però portare alla donna problemi di ritenzione idrica o chili di troppo indesiderati come può avvenire invece con alcune pillole anticoncezionali.

Se pensate che la spirale jaydess possa risolvere tutti i vostri problemi relativi a una gravidanza indesiderata, non esitate a consultare il vostro ginecologo di fiducia, tenendo però a mente che se non avete un partner fisso è sempre bene associare ad esse l’uso del profilattico per evitare il contagio da malattie sessualmente trasmissibili.