Quali sono farmaci equivalenti Imodium

Avete dissenteria e disturbi intestinali? Allora provate un farmaco equivalente, del tutto simile al tradizionale Imodium

chiudi

Caricamento Player...

Dissenteria, disturbi gastro/intestinali, iperfermentazione, dolori all’addome, tutti disturbi che sicuramente saranno capitati a tutti, almeno una volta nella vita, ma che fortunatamente possono essere curati con farmaci da banco, facilmente acquistabili in farmacia.

In questo ambito, tra i farmaci più richiesti e utilizzati troviamo sicuramente Imodium, a base dl principio attivo chiamato Loperamide, che provoca la diminuzione dell’attività muscolare intestinale, rallenta il transito intestinale di cibi ed acqua, favorisce l’assorbimento d’acqua aumentando la consistenza delle feci e riduce sensibilmente lo stimolo ad evacuare.

Per quanto riguarda la posologia, potete assumere una compressa tre volte al giorno, ogni otto ore, solitamente in corrispondenza di colazione, pranzo e cena, ma sempre in associazione a un farmaco battericida nel caso in cui il fastidio persista.

Tuttavia, se non volete ricorrere all’Imodium, potete provare uno dei suoi farmaci equivalenti; tra questi troviamo il Loperamide doc, venduto in farmacia al costo di € 3,00, che vi permetterà un risparmio notevole, ben del 57%.