Quali sono antibiotici cistite emorragica

La cistite emorragica è un’infezione molto fastidiosa, da curare con gli antibiotici giusti

chiudi

Caricamento Player...

La cistite emorragica è un disturbo che insorge in seguito a un processo infiammatorio o infettivo a livello della mucosa vescicale, ed è caratterizzato da una grande presenza di sangue nelle urine. La cistite emorragica può essere causata da chemioterapia, infiammazioni batteriche quali escherichia coli, influenza A, Cytomegalovirus, calcolosi renale, igiene intima non corretta e anche rapporti sessuali a rischio.

Di solito la terapia ideale per combattere questa infezione risulta essere la somministrazione di antibiotici: quando il batterio responsabile della cistite emorragica non viene individuato subito, vengono somministrati antibiotici che agiscono a largo raggio, mentre quando si riesce ad isolare l’agente patogeno che ne è la causa viene prescritto un antibiotico dall’azione mirata.

Tra gli antibiotici di uso più comune nel trattamento della cistite emorragica, vi sono le Cefalosporine come la Cefotaxima, il Lirgosin o l’Aximad, da somministare per un periodo di 7 – 10 giorni previa consultazione medica in caso di cistite emorragica causata da Klebsiella o Pseudomonas.  Anche l’ Imecitin, il Tenacid o il Tienam sono indicate nel trattamento della cistite originata da Klebsiella e pseudomonas, ma vengono somministrate per via intramuscolare o endovenosa. Se invece la cistite è causata da Escherichia Coli, Klebsiella o Pneumoniae, vengono somministrati Exocin o Oflocin ogni 12 ore per 3 giorni, oppure per un periodo di 7 giorni se si presenta a causa di altri batteri. Poi vi sono il Limerik, il  Picillin, o l’ Ecosette, penicilline di semi-sintesi ad ampio spettro d’azione, che in base al parere del medico possono essere somministrate anche per via endovenosa.

Qualunque sia l’origine della vostra cistite emorragica, è consigliabile affidarsi completamente alle cure e ai consigli del medico curante, in quanto gli antibiotici non sono medicinali da prendere sottogamba e se assunti senza criterio potrebbero causare complicazioni o allergie molto pericolose per la salute.