Guida alle medicine acquistabili via web

Sembra una vera e propria rivoluzione, ma attenzione a non farsi prendere la mano: Internet può rivelarsi un posto pericoloso se ci si fida troppo facilmente. La vendita di farmaci online, infatti, è una pratica solo recentemente autorizzata dall’Unione Europea e prevede le sue dovute limitazioni, che è importante conoscere. Il parere del medico non va mai scavalcato nel caso di patologie gravi (come disturbi alimentari e tumori), quindi la gamma di farmaci online legali è in realtà piuttosto ristretta: andiamo a scoprirla.

Le categorie autorizzate

Sono due i tipi di farmaci vendibili su Internet:

  1. farmaci da banco (o OTC, dall’inglese Over the Counter). Il paziente può comprarli senza obbligo di presentazione di ricetta medica, ma non ha diritto al rimborso da parte del Servizio Sanitario Nazionale. Queste medicine curano disturbi lievi e di breve durata come febbre e mal di testa;
  2. farmaci senza obbligo di prescrizione (SOP). Acquistabili su consiglio del farmacista stesso, che però non può pubblicizzarli ed esporli sul bancone come quelli da banco.

I siti autorizzati a vendere farmaci online legali

Dopo essersi accertati di dover comprare un farmaco che è effettivamente vendibile via Internet, il secondo passo è confermare la veridicità dell’autorizzazione ministeriale del sito prescelto. Questo procedimento è reso più facile dall’esistenza di un elenco online di farmacie autorizzate, ossia di quei punti vendita che hanno ottenuto dal Ministero della Salute un bollino verde con la bandiera nazionale all’interno. La lista è consultabile secondo regione, provincia e comune e viene costantemente aggiornata. In ogni caso, cliccando sul bollino verde esposto all’interno dei singoli siti, è possibile accedere alla documentazione che accerta l’autorizzazione della farmacia consultata: ne è un esempio quella del sito efarma.it, che si avvale inoltre di un sistema di recensioni certificate a tutela dei consumatori.


Cos’è acconciatura lob

Quali sono i farmaci online illegali