Punture di insetti sui neonati

Innanzitutto niente panico

chiudi

Caricamento Player...

Punture di insetti sui neonati: una delle maggiori preoccupazioni di una madre durante il periodo estivo è costituita proprio dalle punture di insetti che potrebbero provocare non soltanto semplici pruriti ma serie reazioni allergiche nei bambini.

Perché le punture di insetti sono pericolose per i neonati?

L’irritazione causata dalle punture di insetti è dovuta alle sostanze urticanti che sono contenute nella loro saliva e che, in soggetti con un sistema immunitario non ancora adeguatamente sviluppato come i neonati, possono dare adito non a semplici gonfiori e arrossamenti, ma a sintomi più gravi.
Una delle cose più importanti da fare, quando un neonato viene punto, è individuare rapidamente quale insetto ne sia responsabile e praticare un trattamento adeguato in caso di reazioni allergiche gravi.

E’ bene sapere che gli insetti che volano pungono una volta sola, e generalmente il punto di inoculazione è segnato da una crosticina al centro del ponfo; gli insetti che non volano al contrario possono mordere più volte nella stessa zona, soprattutto se si sono infilati sotto i vestiti e hanno potuto agire inosservati.

Punture di insetti sui neonati: i trattamenti più comuni

Nel caso di piccole infezioni e arrossamenti, sarà perfettamente sufficiente utilizzare una pomata antinfiammatoria specifica (meglio se a base di elementi naturali come calendula, lavanda e aloe), e solo nel caso di infiammazioni gravi si dovranno utilizzare pomate al cortisone, che in generale sono fotosensibilizzanti (provocano cioè delle reazioni allergiche sulla pelle quando combinate alla luce solare).
Una delle cose più importanti da fare tuttavia è “educare” per quanto possibile il bambino a resistere alla tentazione di grattarsi, per non provocarsi lesioni e soprattutto per non intensificare la sensazione di fastidio.
Naturalmente il modo migliore per affrontare le punture di insetto è evitare che i bambini siano punti: le barriere più adatte a proteggere i neonati sono quelle di tipo fisico, come zanzariere, abiti molto coprenti e di colori chiari. L’utilizzo di prodotti repellenti a base biologica come ad esempio l’olio essenziale di citronella diluito in acqua è sempre necessario, soprattutto quando si trascorrono molte ore all’aria aperta e di sera.