Pulizie di primavera: un’arma contro lo stress

Le pulizie di primavera incombono e dovremmo sfruttare questo momento per liberarci di oggetti inutili: una casa più ordinata equivale a meno stress.

chiudi

Caricamento Player...

Per l’occasione Helpling ha preparato un manuale per affrontare ogni tipo di sporco, mentre Tiziana, l’esperta di pulizie, ci consiglia tre faccende domestiche da svolgere, che ci aiuteranno a sentirci più sereni con noi stessi. Come abbiamo imparato dal bestseller di Marie Kondo “Il magico potere del riordino”, pulire qualcosa ogni giorno equivale a pulire ogni giorno per sempre: è molto più efficace sistemare tutto in una volta sola, e le pulizie di primavera sono l’occasione perfetta. Questo sistema non solo farà risplendere la casa, ma aiuterà a migliorare la nostra vita, liberandoci dallo stress di un ambiente pieno di oggetti inutili. Sembra quasi fantascienza, ma la connessione tra gli spazi della casa e la nostra psiche è stata provata: una ricerca dell’Ohio State University ha dimostrato che l’azione di gettare via ciò che non serve più provoca una sensazione di soddisfazione.

Il vademecum di Helping

Helpling, sito per la ricerca e la prenotazione di colf selezionati, ha creato un vero e proprio vademecum per affrontare al meglio questa intensa sessione di pulizie; ci sono consigli per ogni tipo di sfida contro lo sporco!

Tiziana, esperta di pulizie che collabora con Helpling, ci svela tre compiti che spesso dimentichiamo di fare, ma che è bene inserire nel nostro programma di pulizie di primavera: portarli a termine ci aiuterà a stare bene con noi stessi, e non ci accorgeremo di aver finito!

  • Fai quei lavoretti che rimandi sempre

Ogni mattina vai in cucina e pensi che dovresti proprio sistemare la tapparella rotta da due settimane ma, come al solito, rimandi sempre. Quando il manico della tua tazza preferita si è staccato, hai pensato che bastasse un po’ di colla per sistemarlo ma ancora non sei riuscito ad andare a comprarla.

Sembra impossibile eppure il nostro subconscio si ricorda quando lasciamo le cose a metà, e non riesce a rilassarsi del tutto, sapendo che l’ambiente che ci circonda non è nello stato in cui vorremmo che fosse. In fondo basta così poco per portare a termine i piccoli lavoretti, basta armarsi di volontà e olio di gomito!

  • Rinnova la casa con quello che hai già a disposizione

Spesso pensi che vorresti rimodernare una stanza, cambiare la sistemazione dei mobili, abbellire le pareti, ma pensi di non esserne capace o di aver bisogno di chissà quali materiali costosi.

E invece no! Molti oggetti che già abbiamo in casa (e che molto spesso non sappiamo neanche di avere) possono aiutarci a raggiungere questo obiettivo, e online si trovano moltissimi spunti per nuove idee: basta invitare qualche amico e un compito che non avevi mai voglia di fare si trasforma in una scusa per festeggiare.. ma solo a lavoro finito!

  • Devi imparare a eliminare gli oggetti inutili

Questo è uno dei capisaldi del pensiero di Marie Kondo, ma è una pratica che tutti dovremmo mettere in atto: dobbiamo imparare a lasciar andare ciò che non ci serve più. E’ inutile accumulare vestiti, accessori, oggetti che non usiamo: si accumulano in casa, causando stress ogni volta che li vedi, perchè sai che non hanno alcuna utilità, se non prendere polvere.

Un buon metodo può essere quello di dare alcuni degli oggetti che non usi in beneficenza o ad amici che gli sapranno rendere giustizia. Saper eliminare il superfluo, oltre a fornire una buona scusa per ripartire con lo shopping, ti regalerà un senso di equilibrio e di pulizia.