I colori hanno un potere terapeutico e proprio per questo motivo vedremo quali scegliere per ogni stanza in base alla psicologia dei colori.

Ristrutturare casa non è mai semplice, in quanto bisogna prestare attenzione ai vari particolari. Tra questi ovviamente il colore da applicare in ogni stanza, in modo tale da dare un tocco in più all’ambiente e rispecchiare anche la personalità di chi ci abita. Ma non solo, i colori hanno anche un potere terapeutico, con ogni tonalità in grado di regalare emozioni differenti, influenzare il nostro umore e anche stato d’animo. Proprio per questo motivo vedremo come scegliere il colore per ogni stanza in base alla psicologia dei colori.

Psicologia dei colori, freddi, caldi e neutri: ecco le differenze

Quando si tratta di scegliere i colori con cui dipingere casa, è bene fare innanzitutto una prima distinzione tra colori freddi, caldi e neutri. I primi, come ad esempio il verde e il blu e tutte le loro sfumature, aiutano a rilassarsi, donando all’ambiente un senso di pace e tranquillità. Proprio per questo motivo sono consigliati per la camera da letto e le zone relax.

I colori caldi sono più accessi e sono in grado di infondere tanta energia e stimolare il buon umore, ma anche la concentrazione. In particolare giallo, rosso e arancione sono perfetti per la cucina, lo studio e il soggiorno. Per quanto riguarda i toni neutri, quali bianco, nero, grigio, offrono una sensazione di calma e sicurezza. Viste queste caratteristiche sono accostati a colori sia caldi che freddi al fine di bilanciarne gli effetti.

Arredamento salotto

Significato dei colori: caratteristiche e proprietà

Una volta viste le differenze tra colori freddi, caldi e neutri, vediamo assieme i significati delle varie cromie. In particolare il blu infonde un senso di calma e tranquillità. Consigliato per il bagno, la camera da letto e il salotto, è opportuno non optare per un blu troppo scuro, in quanto, altrimenti potrebbe infondere tristezza. Il verde è simbolo di speranza, pace e natura e non a caso aiuta a rilassare gli occhi ed è perfetto per ogni stanza della casa.

Passiamo quindi ai colori caldi e soffermiamoci sul giallo, sinonimo di entusiasmo e luce. In grado di stimolare la concentrazione, favorisce la creatività e i pensieri positivi. Per questi motivi, è il colore ideale per lo studio, ma anche per la cucina e il bagno. Allo stesso tempo si consiglia di non utilizzarlo come unico colore in un grande ambiente, in quanto finirebbe per stimolare frustrazione e in alcuni casi anche rabbia. Colore particolarmente acceso, non possiamo non citare il rosso, simbolo dell’amore, della passione, del fuoco e dell’energia. Si sconsiglia l’utilizzo di questo colore in camera da letto, mentre è ideale in salotto, in quanto aiuta a stimolare le conversazioni. Anche in questo caso è opportuno smorzare con delle tonalità neutre. L’arancione simboleggia avventura e ottimismo e proprio come il rosso deve essere usato senza esagerare.

Per finire vediamo i colori neutri, ovvero bianco, grigio e nero. Il primo, sinonimo di pace e purezza, aiuta a rendere l’ambiente molto più luminoso, oltre a dare un senso di ordine e pulizia. Per vivere in un ambiente sempre piacevole e rilassante, d’altronde, dobbiamo seguire le giuste regole per mantenere sempre l’ordine, ma anche il colore ha la sua importanza. Il nero è un colore raffinato ed elegante, tuttavia a differenza del bianco assorbe molta luce e per questo non deve mai essere usato da solo. Il grigio, invece, dona serenità e può essere utilizzato in soggiorno e bagno, ma anche per lo studio.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
casa colori

ultimo aggiornamento: 18-10-2020


Cosa significa ablesplaining?

Cast Away: ecco dov’è l’isola nella quale naufraga Tom Hanks