Sono le due cariche più importanti in Italia, subito dopo il Presidente della Repubblica. Qual è lo stipendio dei presidenti di Camera e Senato?

Quando si forma un nuovo governo, uno dei primi compiti che spetta al Parlamento è l’elezione dei presidenti di Camera e Senato. Queste sono le due cariche politiche più importanti dello Stato, e sono sotto solamente al Presidente della Repubblica.

Per quanto riguarda lo stipendio non c’è nessun segreto, tutte le informazioni sono reperibili sui siti ufficiali della Camera e del Senato. Capiamo meglio a quanto ammontano, e quali sono le cifre legate ai loro rimborsi spesa.

Presidenti di Camera e Senato: stipendio e indennità

edificio parlamento roma italia montecitorio
edificio parlamento roma italia montecitorio

Per prima cosa è importante chiarire che i due presidenti sono dei dipendenti pubblici. Come tali, quindi, come per tutto il settore pubblico, c’è un tetto massimo di stipendio lordo annuo. Nel loro caso questo corrisponde a 240.000€. Lo stipendio mensile di queste due cariche si aggira intorno ai 16.000€, cifra che comprende anche indennità, diaria e rimborsi.

Per quanto riguarda l’indennità, questa ammonta a circa 5000€ netti al mese. È uguale per deputati, senatori e per i due presidenti. La cifra lorda mensile senza contare i contributi obbligatori che versano per l’assistenza sanitaria e per la pensione, sarebbe di 10.000€. Questa cifra è stata abbassata con il decreto del 2005, prima infatti la somma ammontava a 16.000€ al mese.

I rimborsi spesa dei presidenti

I rimborsi spesa variano se si parla di presidente della Camera o del Senato. Il primo, infatti, ha un rimborso spesa che ammonta a circa 3690€, mentre per il secondo è leggermente più alto e ammonta a 4180€. Queste cifre sono per metà forfetarie, cioè automatiche, e per metà devono essere giustificate per eventi, congressi e convegni.

Per quanto riguarda i trasporti, va ricordato che i presidenti, così come tutti i deputati, hanno la possibilità di usufruire gratuitamente di mezzi pubblici, autostrade, treni, aerei e navi. Per gli spostamenti dalla propria residenza i deputati hanno comunque a disposizione un rimborso di 3300€ ogni tre mesi. Le spese telefoniche hanno invece un rimborso di circa 1500€ al mese.

La diaria dei due presidenti

Con il termine diaria si intende il rimborso spesa legato a motivi di soggiorno. I due presidenti, per il loro soggiorno a Roma, ricevono mensilmente una diaria di 3500€. A questa cifra vengono tolti 200€ per ogni giorno di assenza dal Parlamento.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 13-10-2022


Vaccino Covid, boom di prenotazioni per la quarta dose: ecco chi deve farla

Bonus del Governo, quali sono: dall’incentivo per lo psicologo a quello per le bollette