Presidente della Repubblica: lo stipendio del Capo dello Stato, una voce minima all’interno del bilancio del Quirinale.

La corsa al Quirinale è entrata nel vivo sul finire di gennaio. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è ormai arrivato agli ultimi giorni del suo mandato, e l’Italia intera è in attesa di scoprire chi sarà il suo ‘erede’. In questi giorni di grande vivacità, tra le curiosità emerse sul web (e non solo) c’è anche quella relativa allo stipendio del Capo dello Stato. Quanto guadagna un presidente della Repubblica? Con un pizzico di sorpresa, gli emolumenti per la massima carica dello Stato solo una voce minima nel bilancio del Quirinale, e di certo sono imparagonabili a quelli della gran parte dei calciatori di Serie A, tanto per fare un esempio. Scopriamo insieme a quanto ammonta lo stipendio del Presidente.

Presidente della Repubblica: uno stipendio ‘contenuto’

Da giorni ne stiamo parlando, da settimane diversi uomini, politici e non, stanno lavorando nell’ombra per tentare di farsi eleggere, da anni siamo abituati a seguirlo in ogni sua manifestazione pubblica. Ma quali sono i guadagni di un Presidente della Repubblica nel nostro Paese?

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Stando ai dati forniti da TrueNumbers, lo stipendio al lordo del Capo dello Stato ammonta a 240mila euro, tetto massimo che non può essere sommato a vitalizi, stipendi e pensioni. La mensilità è di 18.400 euro lordi, senza quattordicesima. Non uno stipendio da poco, ma probabilmente meno altisonante rispetto a quanto l’immaginario collettivo possa pensare. E addirittura basso, se considera che ammonta a una percentuale minima del bilancio del Quirinale: pesa infatti solo lo 0,24% del totale.

Tutte le spese del Quirinale

I 240mila euro che il Quirinale garantisce al proprio inquilino più importante non sono che una minima parte del bilancio da 224 milioni all’anno di spese che ruotano attorno all’istituzione del presidente della Repubblica. La gran parte è infatti utilizzata per pagare il personale di ruolo. Una voce che, all’interno del bilancio, copre addirittura l’81,39% per oltre 700 dipendenti. A queste voci va aggiunto il 9,25% del personale distaccato e il 7,63% del personale non di ruolo, mentre è minimo il peso dei consiglieri e dei consulenti, poco superiore all’1%.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 26-01-2022


Green pass dopo la terza dose: nuove direttive dal Governo sulla durata

Bonus affitto giovani 2022: tutto quel che c’è da sapere