L’Estetista Cinica, Paola Turani e Giulia Valentina sono solo alcune delle influencer che hanno sfilato sul red carpet del Festival di Venezia 2021. Ma come mai sono state invitate?

Non essendo “addetti ai lavori” nel mondo del cinema in tanti si sono chiesti come mai gli influencer siano stati invitati al Festival di Venezia. La risposta è molto semplice: la mostra Internazionale del Cinema infatti è oggetto d’interesse anche per i colossi del mondo dei cosmetici, dei gioielli, e dell’alta moda e si dà il caso che ormai le personalità social siano spesso testimonial di importanti campagne legate a questi settori. Tra le influencer che hanno sfilato quest’anno vi sono Paola Turani, Giulia Valentina e l’Estetista Cinica, che hanno raccontato l’importante evento (e i brand) attraverso i social.

Festival di Venezia: le influencer

Paola Turani ha sfilato al Festival di Venezia 2021 con un sontuoso abito Atelier Eme dalla profonda scollatura sulla schiena e che cadeva morbido sulle curve dell’influencer (incinta del suo primo figlio). Sui social Paola Turani non ha dimenticato di ringraziare il brand di cosmetici Kerastase, e ha mostrato il suo splendido make up realizzato per l’evento.

Alcuni brand hanno approfittato anche della bellezza di Giulia Valentina per farsi notare durante l’elegante red carpet del Festival di Venezia: tra gli stilisti che hanno partecipato al suo look vi sono anche Stella McCartney e Benedetta Bruzziches.

Georgina Rodriguez (moglie di Cristiano Ronaldo) ha incantato Venezia con un look firmato Ermanno Scervino e un prezioso collier di Pasquale Bruni.

L’Estetista Cinica stupisce tutti

L’Estetista Cinica ha saputo distinguersi ancora una volta anche sul Red Carpet di Venezia 2021, dove ha lanciato un importante messaggi body positive alle sue fan, decidendo di sfilare con un elegante abito rosa (con piume) senza nascondere la pancia con una guaina apposita.

ultimo aggiornamento: 06-09-2021


Come posso vedere chi condivide le mie storie su Instagram?

Quanto guadagna un atleta paralimpico: le cifre in base alla medaglia