Dagli anni ’50 ad oggi, gli outfit di Sanremo raccontano uno stile che si è evoluto nel corso del tempo tra irriverenza ed eleganza.

In attesa di scoprire come sarà questo Festival di Sanremo 2021, decisamente diverso dal solito data l’emergenza sanitaria in corso, in occasione dei settant’anni della kermesse canora viaggiamo tra gli outfit di Sanremo dagli anni ’50 ad oggi. Scopriamo e ripassiamo così come si è evoluto lo stile delle conduttrici nel corso del tempo.

Abiti composti e bon ton negli anni ’50, l’irriverenza che ha toccato gli anni ’80 e che non è mancata negli anni 2000, fino ad oggi in cui a farla da padrona sono stati abiti dall’appeal glamour ed elegante.

Outfit Sanremo: dagli anni ’50 agli anni Duemila

Lo stile di Coco Chanel e di Christian Dior dominano gli anni ’50 e i loro completi giacca dalle linee rigorose e le gonne a campana arrivano anche a Sanremo. Ma ci sono anche le fantasie fiorate romantiche, e le paillettes e i lustrini per look scintillanti. Immagine di questa tendenza, la pencil skirt e agli abiti a tubino di Maria Teresa Aruta, che sale sul palco nel 1955.

Negli anni ’60 e ’70 la mini gonna porta più audacia nello stile delle conduttrici: c’è aria di emancipazione ma sempre una grande attenzione al bon ton. Solo gli anni ’80 romperanno gli schemi, con look super colorati e di pelle, anche scintillanti: il dress lungo con le spalline tempestato di cristalli indossato da Loretta Goggi ne è la prova più evidente.

Gli anni ’90 non vedono uno stile predominante, ma è una vera e propria festa di look, così come lo sono i generi musicali. Felpe, anfibi, jeans, tagli sportivi si fanno largo e si incontrano con le classiche mise eleganti: non c’è uno stile ben definito, è la personalità della conduttrice a scegliere l’abito. La più audace, fedele a quello stile da sempre fu senz’altro Valeria Marini.

Look Sanremo 2020: lo stile degli abiti dello scorso anno

Il long dress, dal più semplice e fluido passando per quello principesco, ha aperto gli anni 2000 e da allora non ha smesso di rubare la scena, giocando tra l’elegante o l’irriverente inaspettato come il modello dallo spacco vertiginoso che indossò da Belen Rodriguez.

Lo scorso anno l’eleganza ha guardato a silhouette più vintage, uno sguardo quindi al bon ton del passato ma con un design più morbido. Ne sono un esempio alcuni degli abiti indossati da Diletta Leotta, come la tuta pin up abbinata ad una gonna lunga ed ampia.

TAG:
Festival di Sanremo

ultimo aggiornamento: 21-02-2021


Ieri come oggi: il mocassino sa stare al passo con i tempi

Look ciabatte in versione street? Chiara Ferragni lancia una nuova (possibile) tendenza