La storia di Veronica Panarello, la donna condannata a 30 anni in Cassazione per aver ucciso a sangue freddo il suo piccolo Loris.

La sentenza di primo grado l’ha descritta “spregiudicata e glaciale”. Lei è Veronica Panarello, la donna accusata di aver ucciso il figlio allora di 8 anni, Loris Stival. nella casa di Santa Croce Camerina, e di aver poi trasportato il corpo del bimbo laddove è stato trovato, in un canale.

Una sentenza impugnata dalla donna ma che la Cassazione, nel novembre del 2019, ha confermato. Tutto a pochi giorni dall’anniversario di quella tragica morte, avvenuta il 29 novembre del 2014

Chi è Veronica Panarello: la biografia

Veronica Panarello è nata il 1 novembre del 1988 a Caltagirone, in provincia di Catania. Ha vissuto una parte della sua infanzia in provincia di Savona, ma a 12 anni è tornata in Sicilia.

Veronica Panarello
Fonte Foto: https://www.instagram.com/agenzia_ansa/

All’età di 14 anni ha vissuto un grande shock: la madre, infatti, le ha confessato averla concepita durante una relazione occasionale. La ragazza a quel punto ha iniziato a cercare il vero padre e inoltre avrebbe più volte tentato il suicidio.

Chi è il marito di Veronica Panarello?

Si chiama Davide Stival il marito e padre dei due figli di Veronica Panarello. Loris, il piccolo nato dal 2006 e del cui omicidio del 2014 è accusata proprio la madre, e Diego, nato invece nel 2008-

Dopo la sentenza della Cassazione del novembre del 2019, l’uomo ha detto: “Finalmente è finita”, in relazione alla condanna della moglie per l’omicidio.

Veronica Panarello e Loris Stival: le accuse e le versioni

Durante il processo sulla morte di Loris Stival, Veronica Panarello ha offerto diverse versioni sulla vicenda. Eccole ricostruite:

– Nel novembre 2015 racconta che suo figlio si sarebbe strangolato con delle fascette di plastica e che lei si sarebbe occupata di scaricarne il corpo nel canale del vecchio mulino perché in preda allo shock. Questa è una confessione in piena regola, a un anno dall’omicidio.

– Nel gennaio 2016 cambia versione: confessa infatti alla psicologa del carcere che il bambino lo avrebbe ucciso suo suocero, Andrea Stival, con la quale lei avrebbe avuto una relazione amorosa. Una accusa che coinvolge nel delitto, in quel momento, un’altra persona.

Secondo il racconto il piccolo Loris, scoperta la relazione, avrebbe espresso l’intenzione di dire tutto al padre, motivo secondo la Panarello, che avrebbe portato il suocero a commettere il delitto.

-Come atto dovuto dopo le accuse, Andrea Stival, padre di Davide e suocero di Veronica, è stato indagato ma poi prosciolto perché estraneo ai fatti.

Veronica Panarello: la sentenza e la condanna

-Il 17 ottobre del 2016 la Procura di Ragusa ha emesso la condanna in primo grado di Veronica Panarello a 30 anni di carcere con l’accusa di omicidio premeditato aggravato ed occultamento del cadavere.

-L’anno successivo, il 5 luglio del 2018, la Corte D’Assise d’Appello di Catania conferma la condanna in primo grado.

-Il 22 novembre del 2019 la condanna diventa definitiva: la Cassazione giudica il ricorso “inammissibile”.

Fonte Foto: https://www.instagram.com/agenzia_ansa/

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Loris Sitval veronica panarello

ultimo aggiornamento: 22-11-2019


Stefano Mancuso: scopri tutte le curiosità sul neurobiologo

Chi è Daniele Marchitelli, compagno di Serena Dandini