Nome di donna è un film del 2018 diretto Marco Tullio Giordana con protagonista Cristiana Capotondi: ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Ne I cento passi il regista Marco Tullio Giordana aveva raccontato la storia di Peppino Impastato, uomo controcorrente per la società in cui viveva, capace di ribellarsi e provare a combattere la mafia e quell’alone di omertà presente nel proprio paese. Qualche anno più tardi, in Nome di donna, il regista milanese ha in un certo senso fatto lo stesso, raccontando un’altra storia di ribellione contro le ingiustizie, i soprusi e l’omertà, questa volta però scegliendo una protagonista femminile: Nina. Vediamo ora tutto quello che c’è da sapere su questo film.

Nome di donna: la trama del film

Come detto in precedenza, la protagonista di Nome di donna è Nina, una giovane donna appena trasferitasi in Brianza insieme alla propria figlia. Trova lavoro presso una struttura per anziani: quello che sembra l’inizio di una nuova vita.

Cristiana Capotondi
Cristiana Capotondi

La serenità viene però spesso interrotta dalle molestie sessuali che Nina subisce da porte del direttore della struttura. La donna sin da subito mostra l’intenzione di denunciare i fatti ma si trova a dover fare i conti anche con l’omertà delle proprie colleghe, che rendono più complicato per la donna ottenere giustizia.

Nina ha però il sostegno del proprio compagno e di un avvocato pronto a dare battaglia.

Nome di donna: il cast del film

A interpretare il ruolo della protagonista, Nina, in Nome di donna è Cristiana Capotondi, che ha successivamente affrontato un tema simile, quello della violenza sulle donne, nella fiction Bella da morire.

Nel cast del film troviamo poi anche Valerio Binasco, Adriana Asti, Stefano Scandaletti, Michela Cescon, Bebo Storti, Laura Marinoni, Anita Kravos, Renato Sarti e Vanessa Scalera, la protagonista della serie TV Imma Tataranni – Sostituto procuratore.

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.


Il Commissario Montalbano – Amore: tutto quello che c’è da sapere sul film

L’anno che verrà: sarà ancora Amadeus a condurlo