L’attrice internazionale Nicole Kidman ha confessato di aver sofferto di depressione dopo il divorzio da Tom Cruise, raccontando quanto è stata male in quel periodo.

Nicole Kidman è una delle star più famose di Hollywood, ma anche lei ha trascorso dei periodi difficili dopo il divorzio con Tom Cruise nel 2001. La star, infatti, si è aperta durante un’intervista con This Cultural Life su BBC Radio 4.

La Kidman, infatti, ha sofferto di forte depressione in quel periodo, che coincideva con il set di The Hours, uno dei suoi film più famosi in cui interpretava la scrittrice Virginia Woolf. Su quel set, l’attrice non ha mai voluto una controfigura: “Non so se ho mai pensato al pericolo, mi ero calata così profondamente nella parte. Voglio dire, mi sono messa i sassi in tasca e sono entrata nel fiume. Ancora e ancora e ancora… l’ho fatta mille volte quella scena. Probabilmente ero noncurante nei confronti del pericolo. Ero molto depressa in quel periodo, ho sofferto di depressione interpretando Virginia Woolf. Era dopo il divorzio con Tom. Non mi sentivo nemmeno presente nel mio corpo, ero aperta nei confronti del personaggio e penso che questa sia probabilmente la cosa più bella della vita di un attore

Dopo undici anni di matrimonio, la coppia formata da Nicole Kidman e Tom Cruise si è separat nel 2001. Un divorzio estremamente difficile per l’attrice che, a quanto pare, è caduta fortemente in uno stato depressivo dalla quale si è ripresa lentamente.

Con Tom Cruise, Nicole Kidman ha adottato due figli: Isabella (29) e Connor (26). Dopo il divorzio, l’attrice ha sposato il cantante Keith Urban nel 2006. Insieme hanno avuto due figlie. Sunday Rose nel luglio 2008 e Faith Margaret nel 2010, per le quali la coppia ha utilizzato una madre surrogata. Nicole Kidman è quindi una madre felice.  

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 28-12-2021


Britney Spears riparte da sé: “La mia famiglia mi ha fatto del male”

Dal Principe Filippo a Battiato, dalla Carrà a Galeazzi: i personaggi scomparsi nel 2021