A cosa bisogna stare attente quando si portano i neonati al mare? Vediamo qual è l’orario ideale e le regole per il bagno.

Quali comportamenti si devono seguire per portare i neonati al mare in tranquillità? Innanzitutto bisognerà scegliere con cura l’orario ideale per andare in spiaggia. È fondamentale evitare le ore più calde ed evitare anche di vestire eccessivamente il neonato. Oltretutto è importante portare con sé una crema solare adeguata e un cappellino. Vediamo quali altri accorgimenti seguire sulla spiaggia e durante il bagno.

Neonati in spiaggia: le regole da seguire

Quando si va al mare con un neonato bisogna ricordarsi che piccoli e piccolissimi non si riescono ad adattare alle temperature elevate, come succede invece per gli adulti. Per questo nelle ore più calde è assolutamente sconsigliato stare fuori ed esporsi direttamente al sole. La prima regola da tenere a mente, quindi, è di evitare le ore centrali della giornata. Meglio, dunque, andare in spiaggia prima delle 11 del mattino o dopo le 18.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

bambino spiaggia mare
bambino spiaggia mare

In questo modo, non solo si evitano le ore più calde, tenendosi al riparo dal rischio di un colpo di calore, ma si riesce ad evitare anche il momento di maggiore affollamento e confusione in spiaggia. Prima dei sei mesi, inoltre, i neonati non dovrebbero essere esposti alla luce diretta del sole. Questo vale anche se si è sotto l’ombrellone che non fa da scudo né al caldo, né tanto meno dall’esposizione ai raggi ultravioletti del sole.

Bagno al mare neonati

Quand’è il momento ideale per il primo bagno al mare? Sicuramente l’approccio dovrà essere graduale, già dopo i 3 mesi si può iniziare a fargli bagnare i piedini, assicurandosi prima che la temperatura dell’acqua sia adeguata e non troppo fredda. Dopo i sei mesi poi si potrà iniziare a farlo familiarizzare un po’ di più con il mare, ad esempio sedendosi insieme a lui sulla riva.

Per far sì che il bimbo si abitui gradualmente all’acqua del mare si possono usare anche le piccole piscine gonfiabili. Man mano che il bimbo inizierà ad abituarsi si potrà poi provare con le ciambelle salvagente a fare i primi piccoli bagnetti. Ricordatevi che anche in acqua il sole continua a picchiare, meglio quindi fargli tenere comunque il cappellino e non restare troppo a lungo in acqua.


Parchi divertimenti italiani, gioie per i bambini (e non solo)

Bambini iperattivi: quando non è semplicemente vivacità