Addio a Rutger Hauer, il replicante di Blade Runner

L’attore olandese Rutger Hauer è scomparso a 75 anni a causa di una malattia. Ha preso parte ad oltre 170 film, tra cui Eureka e Blade Runner.

In tanti in queste ore hanno omaggiato Rutger Hauer, l’attore olandese consacrato da uno degli spezzoni cinematografici più famosi di sempre: il discorso del replicante Roy Batty di Blade Runner nel finale del film. Fatalità ha voluto che Hauer scomparisse proprio nel 2019, anno in cui moriva anche il personaggio da lui interpretato. La scomparsa dell’attore sarebbe avvenuta lo scorso 19 luglio, ma il suo agente lo avrebbe annunciato soltanto il 24 luglio, giorno dei funerali.

Rutger Hauer è morto: lutto nel mondo del cinema

 “Ho viste cose che voi umani non potreste immaginare”, così iniziava il discorso finale del replicante di Blade Runner interpretato da Rutger Hauer, che lo ha reso memorabile per i fan di tutto il mondo. L’attore, classe 1944, sarebbe scomparso a seguito di una breve malattia e le esequie si sarebbero già tenute.

Rutger Hauer
Fonte Foto: https://www.instagram.com/jamovie/?hl=it

In tutto il mondo i fan dei film a cui aveva preso parte hanno comunque voluto ricordarlo citando alcune delle sue frasi più famose, come per l’appunto il monologo finale di Blade Runner. Durante la sua lunga carriera nel cinema Hauer aveva recitato in oltre 170 pellicole, tra cui Eureka, La leggenda del Santo Bevitore e Ladyhawke. Nel 2012 aveva interpretato Abraham Van Helsing nel film di Dario Argento Dracula 3D.

La vita privata dell’attore

Rutger Hauer era figlio di due attori olandesi e iniziò ad appassionarsi di recitazione fin da giovanissimo, alternando la scuola serale di teatro a piccoli lavori saltuari. E’ stato sposato due volte: la prima volta con Heidi Merz, madre di sua figlia Ayesha Hauer (anche lei attrice), e in seguito (nel 1985) con la pittrice Ineke Ten Kate, rimasta accanto a lui fino alla sua scomparsa.

Fonte Foto: https://www.instagram.com/jamovie/?hl=it

ultimo aggiornamento: 25-07-2019

X