Non desidera regole e dress code preconfezionati: la donna Max Mara vive l’estate 2022 come una borghese ribelle.

Pensiamo a quelle ragazze non ancora donne dei film francesi, in un’estate torrida sospesa tra noia e rivelazioni, archetipo esistenziale in perfetta sintonia con la protagonista di Bonjour Tristesse, il capolavoro letterario scritto da Françoise Sagan. A questa donna si ispira la brand new woman di Max Mara, che porta quell’aria ribelle anche nella sua collezione, rivedendo la manifattura e i match dei suoi capi classici in una lettura alternativa.

Complice sicuramente il post pandemia, se abbiamo visto gran parte degli stilisti affidarsi alla speranza e al sogno, la collezione primavera/estate 2022 di Max Mara vuole essere lo specchio della realtà: più che la luminosità, il sogno, lo scintillio, c’è un’ordinarietà dinamica, quella di una donna emancipata, indipendente, pronta a reinventarsi dopo aver visto sconvolgere il suo quotidiano.

Max Mara: la collezione primavera/estate 2022 presentata alla Milano Fashion Week

Il marchio, da sempre sinonimo di eleganza pret a porter caratterizzata da capi iconici come completi sartoriali e l’intramontabile trench, questa volta sconvolge le sue forme. Sempre fedele alla sua palette basic e neutra – beige, bianco, fango – è il suo stile convenzionale a riscoprirsi una nuova chiave: la borghese sceglie di cambiare le sue priorità, ribellarsi allo status quo, abbandonarsi alla sua creatività. Un’operazione che Max Mara riproduce nel linguaggio sartoriale: sfilano così le modelle, disimpegnate, eleganti ma senza preoccuparsi troppo del dress code imperante.

https://www.instagram.com/p/CUNdd83AcID/

Il mondo ha attraversato uno sconvolgimento che ha avuto un impatto su tutte le nostre vite. Stiamo emergendo da quel trauma determinati a essere noi stessi, a stabilire le nostre regole, a esplorare il nostro stile. Ci piace fissare i nostri obiettivi e fare programmi; nel caso della diciassettenne Sagan, scrivere un romanzo aveva la priorità rispetto allo studio per gli esami. Penso che vedremo sempre più questo tipo di spirito indipendente che porterà a una fioritura della creatività.“, così il direttore creativo Ian Griffiths ha sintetizzato lo spirito della collezione primavera/estate.

Oltre il workwear: i key look ribelli e unconventional della prossima estate

I key look da rubare per la prossima estate 2022 alla sfilata primavera/estate 2022 di Max Mara sono quelli che forse dal suo stile non vi aspettereste mai, pronti a consolidare trend che già abbiamo visto all’orizzonte nell’estate appena trascorsa. Partiamo dal blazer ad esempio, da sfoggiare in estate come un cardigan, in versione più pret a porter e ribelle – o sexy – con un semplice top a fascia. Così i classici tailleur femminili Max Mara sono pronti a sovvertirsi e convertirsi.

https://www.instagram.com/p/CUPJpBYoi1i/

Giacche meno strutturate, sandali suede classici da indossare sotto completi eleganti, e la riscoperta del denim indossato in total look, in un’inaspettata e audace eleganza è il look più ribelle tutti, dalla giacca di jeans alla sua declinazione in coat oversize. La canotta da basket fluida ed elegante in abbinamento alla gonna sportiva da indossare poco sopra le ginocchia sarà il nuovo casual look estivo del tempo libero, con i capelli rigorosamente raccolti in un cerchietto, da bimba ribelle.

https://www.instagram.com/p/CUUpe4EA60i/

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 04-10-2021


La collezione 2022 di Dior è una pista da ballo che viaggia dagli anni ’60 ad oggi

Appunti dalla London Fashion Week: il dress must-have è sensuale e sostenibile