Maurizio Costanzo Show 2016: ospite speciale per la prima puntata

Maurizio Costanzo Show 2016: il talk show ultratrentennale di Rete 4 tornerà in prima serata con un ospite davvero speciale

chiudi

Caricamento Player...

Il Maurizio Costanzo Show 2016 sta per tornare infatti il più longevo talk show della tv italiana, condotto da Maurizio Costanzo da 34 edizioni, arriverà sui nostri schermi dal 5 maggio con sei nuove prime serate incentrate su interviste, argomenti di attualità ed ospiti d’eccezione come quello della prima serata che sarà Fabrizio Corona: l’ex re dei paparazzi tornerà a parlare in televisione dopo la sua lunga detenzione in carcere, 1231 giorni di silenzio e 3 anni e 3 mesi di carcere.

Maurizio Costanzo e le rivelazioni sulla mafia

Il Maurizio Costanzo show è la trasmissione più longeva della tv italiana con 4.399 puntate e in questa edizioni viene riproposto format dell’ “Uno contro tutti”  dove un personaggio controverso viene intervistato da 15 persone e per la prima serata sarà il turno di Fabrizio Corona.

Ma Costanzo non ha dubbi e svela che nessun mafioso parteciperà mai alla sua trasmissione Maurizio Costanzo Show 2016. Riguardo all’intervista fatta da Giovanni Riina a Porta a Porta dichiara:

“Io dal padre di Riina ho avuto una condanna a morte, sono vivo per miracolo. E ricordatevi che se la mafia non fa attentati da vent’anni non è per la pace o per una guerra vinta contro di lei, ma perché la nuova mafia è quella che fa affari con lo Stato.

Non ho paura a dirlo, e io, che di inchieste sulla mafia ne ho fatte, qualche piccola idea ce l’ho. La storia personale di Corona tocca molti aspetti: cronaca nera, cronaca rosa, imprenditoria, attualità, giustizia, gossip e bancarotta, ma non mafia. Chiariamolo subito.

Bisogna capire che se porti in televisione il figlio di un mafioso, se dai voce a Giovanni Riina, il figlio di Totò Riina, lui non farà una semplice intervista, ma manderà messaggi camuffati da intervista e questo non è giusto”.

“La mafia non fa più attentati da vent’anni non perchè ha perso la guerra contro lo Stato, ma perchè la nuova mafia è quella che fa affari con lo Stato”