La guerra tra il manager e la ballerina non sembra avere fine, Presta torna a parlare della causa per diffamazione persa dalla Parisa che non avrebbe ancora pagato.

Le battaglie legali tra Lucio Presta ed Heather Parisi vanno ancora avanti. Il manager torna ad accusare la ballerina con un tweet indirizzato a lei, sottolineando che non avrebbe pagato dopo aver perso la causa per diffamazione. Una lotta continua che non trova la sua fine.

Le accuse di Lucio Presta ad Heather Parisi

Lucio Presta
Lucio Presta

Il manager fa un tweet indirizzato a Heather Parisi dichiarando: “Ci sono ben due sentenze, lei ha perso e il giudice ha stabilito un risarcimento e le spese legali, ma lei continua a non pagare! Abbiamo scritto anche al suo avvocato, ma neanche lui risponde alle nostre mail. Perciò mi vedo costretto a fare a tutte le tv italiane così se lavora le pignoro i soldi”.

La causa per diffamazione è stata venti dal manager ed ha origine da alcuni post sui social della ballerina che tiravano in ballo la famiglia di Presta. Proprio per questo è scattata la denuncia da parte del manager che, come riporta Fan Page, affermava: “Lei ha fatto una cosa che non avrebbe dovuto fare, non a me ma ai miei figli, che l’hanno sempre chiamata zia per tutta la vita e i ragazzi hanno ritenuto che fosse giusto che questa cosa finisse in un’aula di tribunale“.

Quello che salta all’occhio è che ancora non sembra che la ballerina o chi per lei abbia risposto al tweet di Presta. Si attendono quindi dichiarazioni anche da parte della Parisi.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 08-06-2022


Leone e Vittoria debuttano a X-Factor con papà Fedez: i piccoli hanno fatto impazzire tutti con i loro look

Roger Balduino lo ammette: “Estefania mi piace ancora”