Ci sono rischi ad assumere la liquirizia in gravidanza? Scopriamo i suoi effetti e come curare al meglio la propria alimentazione!

Il consumo di liquirizia in gravidanza è spesso dibattuto e ancora oggi non ci sono raccomandazioni precise che indichino come comportarsi. La liquirizia viene consumata sotto forma di radice, sia masticandola che estraendone l’aroma per altre preparazioni.

Insieme ai suoi usi come alimento, la radice è impiegata spesso anche sotto forma di tisana per via delle sue proprietà. Ad esempio viene spessa consigliata per risolvere problemi di stipsi e di nausea. Tuttavia i suoi effetti sull’organismo possono celare in alcuni casi delle controindicazioni, vediamo cosa c’è da sapere sul suo uso e se la liquirizia in gravidanza fa male.

Mangiare liquirizia in gravidanza: sì o no?

Come la maggior parte degli alimenti anche in questo caso si deve ragionare sulle quantità. Se si è incinte non è vero che bisogna escludere categoricamente dalla dieta la liquirizia. L’importante, però, è fare attenzione in caso di circostanze particolari, ad esempio nel caso in cui si soffra di ipertensione.

Liquirizia
Liquirizia

La liquirizia, infatti, contiene un principio attivo chiamato glicirrizina che tra i suoi effetti ha anche quello di aumentare la pressione sanguigna. Ciò significa che chi ha già una pressione più alta del normale dovrebbe limitare l’uso della liquirizia e dei suoi derivati. Naturalmente questo si applica anche alle donne incinte.

Liquirizia in gravidanza: si può mangiare?

Uno studio pubblicato nel 2017 sull’American Journal of Epidemiology evidenziava una correlazione tra l’assunzione della liquirizia in gravidanza e lo sviluppo cognitivo dei bambini. C’è da sottolineare però, che questo studio era stato condotto in Finlandia, dove si ha un consumo elevato di liquirizia rispetto agli altri paesi, compreso anche il nostro.

È difficile, inoltre, stabilire una connessione stretta tra il consumo della liquirizia e i problemi di sviluppo, perché intervengono altre concause rappresentate da numerosi altri fattori. Per questo motivo non ci sono ad oggi raccomandazioni che vietino l’utilizzo della liquirizia durante la gestazione. In ogni caso, specialmente durante la gravidanza, non si dovrebbe mai esagerare con la liquirizia, così come con alimenti ricchi di caffeina e teina. Seguire un’alimentazione adeguata e moderata aiuta anche in questo caso.

I bonus per le donne (mamme e non): ecco le agevolazioni


Da cosa dipende la fertilità femminile e come cambia negli anni

Cosa scatena la sensazione di prurito in gravidanza?