Leonardo Pieraccioni ha un nuovo amore: la reazione di Laura Torrisi

Il regista Leonardo Pieraccioni è stato sorpreso nella sua Firenze con la nuova compagna, Irene Balestra: la prima dopo Laura Torrisi. Come l’avrà presa?

chiudi

Caricamento Player...

Per la prima volta dopo la fine della relazione con Laura Torrisi, vediamo il regista Leonardo Pieraccioni accanto a una donna. Irene Balestra, 31 anni, era già stata avvistata di recente accanto a Pieraccioni all’Arena di Verona, in occasione del suo spettacolo con Carlo Conti e Giorgio Panariello. Ora nelle foto scattate da Chi vediamo la nuova coppia mentre accompagna all’asilo i figli: Pieraccioni è con Martina, 5 anni, nata dalla relazione con Laura Torrisi, e Irene è con la piccola Ginevra, 4, nata dalla relazione con il difensore del Chievo Alessandro Gamberini.

cs_pieraccioni_1

La reazione di Laura Torrisi

Laura Torrisi ex moglie del regista, a poche ore dalla notizia della nuova compagna di Pieraccioni scrive su Facebook: “L’albero d’autunno ci insegna qualcosa di prezioso: come lasciar andare le cose…”.

E subito tutti si domandano se ci sia un significato nascosto in questa affermazione.

Ormai sembra ufficiale: Pieraccioni ha voltato pagina.

Solo poco tempo fa aveva detta a Vanity Fair: «Con Laura (Torrisi, ndr) sono arrivato al venticinquesimo della maratona. E se non sono arrivato in fondo con lei, vuol dire che per me è impossibile. Lei era perfetta, fisicamente, mentalmente: una ragazza di provincia come me, che ama parlare del pizzicagnolo e vivere in campagna.

Una così non mi ricapita più».

«Non stavamo più insieme da due anni e mezzo quando uscì l’intervista al suo presunto amante, era normale che lei facesse la sua vita. Io sospettavo che avesse incontrato qualcuno ma per vergogna – non volevo fare la figura di quello che si lascia poco dopo aver fatto una figlia – ho preferito non ufficializzare la separazione. Visto che abitiamo in due case attigue, continuiamo ancora adesso a mangiare e a fare vacanze insieme, nessuno l’ha saputo».

«Ho smesso di uscire con ragazze per anni. Avevo svitato il pisellino e l’avevo attaccato in alto; lui ogni tanto, come la coda tagliata di una lucertola, faceva un cenno, come dire: ma che sono diventato? Io lo guardavo, da lontano, e stava buono.

Ero sereno, avevo capito che si può vivere benissimo senza sesso, ma anche senza un amoretto. Poi quando ho ricominciato, circa otto mesi fa, devo dire che fa anche piacere ricevere un WhatsApp a mezzanotte».