Le tisane fredde

Una maniera diversa di assumere le tisane

chiudi

Caricamento Player...

Le tisane fredde sono una valida alternativa a chi non ama bere bevande molto calde, soprattutto nei periodi estivi. L’infuso freddo mantiene inalterate le proprietà delle erbe con cui è stato prodotto, quindi non ci sono controindicazioni.

L’infusione a freddo, più pratica di quella a caldo

Una tisana è una bevanda acquosa derivata dall’infusione o dalla decozione di erbe, frutta e altre parti vegetali. Naturalmente questi due processi prevedono l’utilizzo di acqua bollente e presentano due piccoli svantaggi. Il primo è che producono bevande molto calde, inadatte alla stagione estiva, il secondo è che difficilmente possono essere preparate fuori casa.
La soluzione consiste nella cosiddetta infusione a freddo. Il procedimento è identico: si lascia una bustina o una certa quantità di miscela d’erbe in infusione, ma in una tazza o in una teiera di acqua a temperatura ambiente. Con questo procedimento però il periodo di infusione si allunga abbastanza e bisogna lasciarlo proseguire per almeno 7 minuti.

Le tisane possono quindi essere raffreddate ulteriormente e bevute anche ghiacciate.
Per la loro praticità le tisane per l’infusione a freddo de L’Angelica sono state elette prodotto dell’anno 2015.

Le tisane fredde: efficaci quanto quelle a caldo

Si trovano in commercio molti tipi di tisane per l’infusione a freddo, ognuna con effetti specifici. Drenanti, depurative, rilassanti o semplicemente dissetanti, sfruttano le stesse erbe di quelle previste per l’infusione a caldo.
E’ differente il trattamento con cui le erbe sono state preparate per l’infusione: utilizzando le bustine per l’infusione a caldo si impiegherebbero ore (qualcuno dice un’intera notte) per ottenere lo stesso risultato.
Frequente è l’abitudine di preparare tè caldo (magari aromatizzato) e poi lasciarlo in frigo a raffreddare. In questo modo purtroppo il sapore e il colore del tè si alterano e la bevanda risulta amara e scura, costringendoci ad aggiungere zuccheri di cui sarebbe meglio fare a meno. L’infusione a freddo invece mantiene praticamente inalterate le proprietà organolettiche del tè o della tisana e non necessita di addolcenti.