Le proprietà del cacao

Dalla tavola al talamo, tutte le proprietà del cibo degli dei

chiudi

Caricamento Player...

Le proprietà del cacao sono state decantate fin dall’antichità. I conquistadores, che osservarono la preparazione e sperimentarono l’uso di bevande preparate con polvere di caca, acqua e spezie ne apprezzarono il grande potere energetico. Secondo alcune leggende il cacao avrebbe effetti afrodisiaci. Qual è la verità?

Tutti gli effetti benefici sulla circolazione sanguigna

Il magnesio, presente nel cacao in forti quantità è un ottimo tonico per il sistema cardiocircolatorio e aiuta a controllare la pressione sanguigna.
Il cacao è inoltre un buon vasodilatatore, broncodilatatore e ha un certo effetto diuretico anche se i polifenoli in esso contenuti possono svolgere un’azione astringente e comportare una certa stitichezza in soggetti predisposti.

Le proprietà del cacao nella nutrizione: piccolo apporto calorico, grandi vantaggi per la concentrazione e per l’eros

Le fave di cacao tostate possono essere assunte come spuntino in regimi di dieta ipocalorica poiché presentano un basso apporto calorico e sono allo stesso tempo ricche di vitamine e minerali. Le sostanze nutritive presenti nel cacao costituiscono un pool ad alto valore nutrizionale e rendono questo alimento perfettamente adatto agli sportivi e per i soggetti astenici, ovvero coloro che soffrono di una debolezza persistente.
Grazie al suo leggero contenuto di caffeina il cacao è un blando eccitante ma è molto difficile che provochi nervosismo o insonnia. Insieme alla teobrima la caffeina è in grado di aumentare la concentrazione, la velocità di reazione e la prontezza dei riflessi.
La serotonina è in grado di lenire gli effetti della depressione sul sistema nervoso. La tiramina inoltre insieme al magnesio aiuta a tenere sotto controllo l’ansia e riequilibrare l’umore. L’endorfina ha invece effetti analoghi a quelli della morfina, attenuando il dolore e intensificando quelle di piacere. La feniletilamina, prodotta dal nostro cervello in concomitanza con sensazioni di piacere e attrazione fisica provoca il rilascio di dopamina, neurotrasmettitore legato alle sensazioni di piacere legate alla fame, alla sete, alla pulsione erotica. La combinazione di queste sostanze provoca la leggendaria capacità afrodisiaca del cacao, riconosciuta fin dai tempi degli Aztechi.