Lavorare bene tra le mura di casa è questione di organizzazione degli spazi: creare un ambiente gradevole e bello agevola la concentrazione e stimola la produttività.

Abbiamo compreso in questi mesi quanto lavorare da casa possa essere performante, circondati dalle nostre comodità e al tempo stesso immersi nelle incombenze d’ufficio all’interno di veri e propri home office. Lavorare bene tra le mura di casa è questione di organizzazione degli spazi: creare un ambiente gradevole, bello e ricco di comfort agevola infatti la concentrazione e stimola la produttività.

Tutto sta in una perfetta progettazione, che deve seguire i diktat dell’ergonomia. Al centro dell’attenzione bisogna porre le pareti, la scrivania e gli accessori hi-tech, ma anche l’illuminazione della stanza. Occorre isolare correttamente l’ambiente dal punto di visto acustico (eliminando la percezione di rumori esterni fastidiosi) e, soprattutto, si deve trovare un giusto compromesso dal punto di vista della temperatura della stanza destinata ad ospitarci molte ore.

Lavorare al computer
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/computer-pc-sul-posto-di-lavoro-1185626/

La stanza, la progettazione delle pareti e l’organizzazione della scrivania

Per quanto riguarda le pareti della stanza da adibire ad home office, la cosa migliore da fare sarà scegliere un colore ad hoc: restate sui colori tenui, soprattutto se avete intenzione di ricavare la postazione per lavorare in un ambiente ristretto. No al bianco per evitare i riflessi e gli abbagliamenti, che rischiano di compromettere la concentrazione. Naturalmente l’organizzazione della scrivania è un totem quando si parla di home office.

Qui devono trovare posto tutti gli accessori necessari a rendere l’esperienza di lavoro fluida. A cominciare dalla stampante, oggi il più delle volte multifunzione, che potrà essere laser oppure a inchiostro e che servirà a dare forma ai file di testo trasformandoli in documenti da archiviare. La stampante è un accessorio essenziale e comprenderne segreti e funzionamento è importante, ecco perché sarà utile consultare la guida di Tonerpartner per qualsiasi dubbio o curiosità.

La stampa dei documenti è un gesto simbolo dell’attività di ufficio: basterà seguire alcuni consigli affinché risulti anche ‘responsabile’. Ricorrete alla stampa fronte retro, specie per documenti di minore importanza, osservate sempre l’anteprima per non sprecare fogli inutilmente in caso di errore e scegliete font che facciano risparmiare colore.

Schermo, luci e temperatura nella stanza

Allestire il perfetto home office è essenziale soprattutto per quanto riguarda le professioni digitali, sempre più richieste. Ricordate che, per evitare dolori alla schiena o al collo, è necessario posizionare lo schermo del computer facendo in modo che gli occhi guardino spontaneamente al centro. Scegliete di indossare occhiali anti luce blu per non affaticare lo sguardo di fronte al pc.

Anche l’illuminazione è importante: meglio inserire diversi punti luce nella stanza – in modo da riposare gli occhi – e utilizzare lampade a luce calda. Per quanto riguarda la temperatura ideale nell’ambiente di lavoro, bisogna restare sui 20-22 gradi. E’ sempre bene, ad ogni modo, aprire di tanto in tanto la finestra per cambiare l’aria anche in inverno evitando così un potenziale accumulo di germi e polveri.

Infine, ricordate di isolare correttamente dal punto di vista acustico la stanza (soprattutto se la casa è molto vissuta o vi sono bambini). Chiudere le porte a volte non basta: è possibile installare pannelli ad hoc per assorbire i rumori.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/computer-pc-sul-posto-di-lavoro-1185626/

Scopro le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Un nuovo (enorme) obiettivo per Chiara Ferragni!

A Ulisse – Il piacere della scoperta Alberto Angela racconta Raffaello