Una persona fortunata viaggerà nello spazio con Jeff Bezos al costo di 28 milioni di dollari. Ecco tutto ciò che sappiamo sul giro di 11 minuti intorno alla terra!

Sembra un sogno ma è la realtà: una persona ha pagato 28 milioni di dollari per viaggiare nello spazio con Jeff Bezos. Il fondatore di Amazon, infatti, è pronto a volare con la sua navicella spaziale, la New Shepard, oltre i confini della Terra, in occasione del 52esimo anniversario dello sbarco sulla Luna, compiuto da Neil Armstrong e Buzz Aldrin nel 1969. 

Il viaggio con Jeff Bezos vinto all’asta

Il biglietto è stato venduto nel corso di un’asta online ad un vincitore tuttora anonimo, che resterà tale sino a quando la Blue Origin, la compagnia spaziale di Bezos, non deciderà di rendere pubblico il nome del fortunato acquirente.

Fortunato è dire poco se pensiamo che l’asta, il cui guadagno sarà devoluto alla fondazione della Blue Origin Club for the Future per avvicinare i giovani al mondo della scienza, tecnologia e matematica, ha visto la partecipazione di oltre 7 mila persone di 159 Paesi diversi. 

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Jeff Bezos
Jeff Bezos

Jeff Bezos, il viaggio nello spazio come funziona?

Perché ha un costo così elevato il viaggio? Dobbiamo considerare che Bezos e il vincitore si troveranno ad affrontare un giro di 11 minuti in una navicella spaziale, a circa 100 chilometri di altitudine, la cui partenza è programmata per il 20 luglio a Van Horn, in Texas e vedrà al suo interno quattro passeggeri (Bezos, il fratello Mark, il vincitore dell’asta e un’altra persona di cui al momento non conosciamo l’identità).

I viaggiatori – ricordiamo che si tratta del primo viaggio con uomini a bordo – si siederanno all’interno di una capsula, che vanta gli oblò più grandi mai visti in una nave spaziale, e saranno i promotori del “turismo spaziale”. Cosa ne pensate del costo e soprattutto della possibilità data al misterioso vincitore?


Idee per tatuaggi di coppia per ogni persona, dal fidanzato all’amica del cuore

Avete mai visitato il Paese delle fiabe? Ecco perché Sant’Angelo di Roccalvecce è conosciuto così