Cosa vede un soggetto ipovedente? E come?

Il soggetto ipovedente soffre di una grave patologia irreversibile, che determina e influenza il proprio stile di vita.

L’ipovedente è la persona che ha bisogno di avvicinarsi per guardare meglio. Non è, dunque, una condizione che non permette di vedere ciò che si ha davanti gli occhi, ma solo la necessità di ingrandire l’oggetto per poterlo mettere a fuoco e percepire visivamente. Per ingrandire qualcosa, il modo più semplice è quello, quindi, di avvicinarsi quanto più possibile, in base al proprio livello di ipovisione. Oltre a vedere poco, se non da vicino, anche lo spazio visivo nel soggetto ipovedente risulta limitato.

Ipovedente: cause e cura

La persona che soffre della condizione di ipovisione, ha un visus inferiore a 3/10 e presenta, nella maggior parte dei casi, alterazioni del campo visivo (annebbiamento, abbagliamento, difficoltà a distinguere i colori). Il soggetto ipovedente non è non-vedente, ma questa patologia spesso degenera fino alla perdita totale della vista.

Ipovedente, occhio marrone
Fonte foto:https://pixabay.com/it/bella-close-up-occhio-sopracciglia-2315/

Le cause dell’ipovisione sono due: predisposizione genetica, solita dei più giovani, o degenerazione di una patologia degli occhi, che colpisce maggiormente gli adulti. Tra le cause degenerative ci sono miopia acuta, cataratta, la retinopatia diabetica, la retinite pigmentosa e la maculare senile.  

Esiste una cura? No, la condizione è irreversibile, ma si possono gestire i danni collaterali. Bisogna usare supporti specifici, fare sedute di riabilitazione visiva e conservare le funzionalità rimaste.

L’ipovisione nei contesti sociali

Di solito il soggetto ipovedente (una delle parole più cercate su Google), è considerato al pari del non-vedente. Non è così, ma spesso è una condizione che crea disagio nella persona. In particolar modo essere ipovedente a scuola è problematico, perché il rischio di essere etichettati ed emarginati è molto alto.

Il problema si pone anche negli adulti, che potrebbero, ad esempio, avere problemi a riconoscere i conoscenti al di fuori dei contesti abituali; è il caso dei colleghi di lavoro fuori dall’ufficio.

Ipovedente
Fonte foto:https://pixabay.com/it/occhio-vista-rifugiati-recinto-1255968/

La vita da ipovedente, dunque, è molto problematica ma può essere agevolata grazie ad alcuni strumenti. Sono utili per una fruizione visiva, per così dire, normale le lenti super ingrandenti e i supporti visivi ed elettronici, tra cui i video ingranditori.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/occhio-vista-rifugiati-recinto-1255968/

ultimo aggiornamento: 13-03-2019

X