Esistono ancora dei lavori proibiti per legge alle donne!

Ancora oggi esistono molti lavori proibiti per le donne: dopo molti anni di lotta per l’indipendenza femminile, la discriminazione è ancora alta!

Dopo anni e anni di lotte per ottenere l’indipendenza, il lavoro femminile viene spesso ancora discriminato. Secondo l’Economist, l’ente che riporta i dati della Banca Mondiale, oggi sono ancora tanti i lavori proibiti per le donne, talvolta considerate deboli e non adeguate, anche in ambito morale.

Esistono ancora lavori proibiti per le donne!

Non si tratta di lavori vietati in gravidanza, che sarebbe più plausibile, ma di vere e proprie discriminazioni per il sesso femminile in ambito lavorativo. Per esempio in Russia le donne non possono guidare i treni, ma non solo: pensate che esistono altre 455 restrizioni.

Per quanto riguarda l’Argentina, invece, le donne non possono avere a che fare con l’alcol, non possono venderlo e non possono produrre i distillati. Mentre per quanto riguarda la produzione del gas e tutto quello che concerne questo settore, le donne in Angola non possono operare in questo campo. Non si tratta di sistemi di sicurezza per il sesso femminile, ma di vere e proprie discriminazioni. E la lista sarebbe ancora molto lunga, secondo lo studio stilato dalla Banca Mondiale.

Lavori proibiti per le donne
Fonte foto: https://pixabay.com/it/donna-di-lavoro-donna-d-affari-690036/

Le donne sono discriminate sul lavoro!

In alcuni paesi del mondo, inoltre, le donne hanno il divieto di essere titolari di aziende. Mentre in altri, come per esempio in Iran, devono avere il consenso e la firma del marito o del padre per essere imprenditrici. Lo stesso vale per tutte coloro che vogliono fare dei viaggi all’estero per lavoro.

Non si tratterebbe di discriminazione se fosse per una questione di pericolo, ma anche in questo si tratta soltanto di una motivazione etica e assurda. Per esempio, in alcuni paesi dell’Africa le donne non posso lavorare di notte e durante il periodo del ciclo mestruale. È più comprensibile invece il divieto di lavorare in miniera in Congo e in Colombia, in quanto considerato un lavoro eccessivamente pericoloso.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/donna-di-lavoro-donna-d-affari-690036/

ultimo aggiornamento: 19-09-2018

G S

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X