I film di Pif

Ecco un articolo dedicato ai lavori cinematografici del regista emergente Pif, che nonostante i soli due film all’attivo, ha già ricevuto numerosi consensi.

chiudi

Caricamento Player...

Nel 2013 Pif si è fatto conoscere dal pubblico del grande schermo con il film La mafia uccide solo d’estate. Quest’anno lo abbiamo visto al cinema invece con In guerra per Amore.

La mafia vista da Pif

Nel 2013 il noto conduttore televisivo Pier Francesco Diliberto, in arte Pif, esordisce nel mondo del cinema con l’opera prima La mafia uccide solo d’estate. Il film la narra la storia di un giovane palermitano che attraverso i ricordi dell’infanzia ricostruisce la sanguinosa stagione di Cosa Nostra che investì Palermo dagli anni settanta fino agli anni novanta. Per mezzo del film il regista approfondisce, in maniera molto ironica e canzonatoria, ciò che ha lasciato la mafia nei ricordi dei palermitani, e, specialmente in queli dei bambini. Con questa prima opera, Pif si è aggiudicato il premio Miglior film al Torino Film Festival.

In guerra per amore

Nel 2o16 Pif torna in sala con il suo secondo film, In guerra per amore, prodotto da Wildside e Rai Cinema e distribuito da 01 Distribution. Facilitato dal successo del primo film, questo ha ricevuto tantissimi consensi, posizionandosi al secondo posto nella top ten degli incassi della settimana e registrando nella stessa un incasso di quasi due milioni di euro. Il film narra la storia di un amore impossibile: il protagonista, un siciliano emigrato a New York, dovrà tornare in Sicilia a chiedere la mano del suo amore, che intanto è stata promessa al figlio di un mafioso. Il film è una brillante commedia piena di ironia e riflessioni sul passato, attraverso cui il regista continua a riflettere sull’impatto che ha avuto la mafia nella nostra società. In guerra per amore è stato presentato al Festival del Cinema di Roma per poi essere distribuito nelle sale dal 27 ottobre 2016.

Con questi due film, Pif ha centrato il bersaglio. Chissà cosa preparerà per il futuro.