In cosa consiste l’hypnobirthing? Scopriamo quali meccanismi ci sono dietro questa tecnica usata per ridurre il dolore del parto.

Letteralmente il significato di hypnobirthing è ipnoparto, ma in realtà non ha nulla a che vedere con l’ipnosi come la immaginiamo. Non aspettatevi, quindi, strane tecniche con orologi o spirali legate all’immaginario comune.

L’hypnobirthing include invece una serie di metodi per rilassarsi e tenere alla larga lo stress in vista del parto. L’obiettivo su cui si fonda questo metodo è proprio quello di garantire la gestione del dolore senza dover ricorrere all’utilizzo di farmaci. Vediamo meglio in cosa consiste esattamente.

Hypnobirthing: cos’è?

Affrontare l’esperienza del parto non è affatto semplice, si tratta di un momento delicato attorno al quale ruotano tante sensazioni contrastanti. Da un lato c’è l’emozione di vivere un momento tanto atteso, ma dall’altra incombe l’ansia con il timore di sentire molto dolore e la paura che non tutto vada per il meglio.

Respirazione
Respirazione

Per riuscire ad affrontare il momento del travaglio con maggiore consapevolezza e riducendo i timori, arriva l’hypnobirthing. Questa pratica è stata portata sotto i riflettori dopo essere stata scelta da Kate Middleton in occasione del suo primo parto. Vediamo su cosa si basa e quanto può essere efficace.

Hypnobirthing: gli esercizi su cui si basa

La pratica dell’hypnobirthing si fonda su tre elementi chiave: le affermazioni positive, le tecniche per la respirazione e l’autorilassamento. Attraverso la respirazione e l’autorilassamento si riducono le sensazione di ansia e si allontana la paura del parto. Anche parlare del parto è importante, perché la conoscenza aiuta a dissipare i dubbi e allontana le paure. Prendendo atto di esperienze positive legate al parto, si allontanano i timori spesso scatenati dai racconti di esperienze traumatiche.

Donna in gravidanza
Donna in gravidanza

Attraverso questa pratica si vuole, quindi, permettere alla donna di acquisire la necessaria consapevolezza che le permetterà di giungere al parto preparata. Riuscire a tenere alla larga lo stress e concentrarsi sulle emozioni positive ha un impatto sull’intero organismo. Basti pensare che, se nei momenti di stress il corpo produce ormoni che aggravano l’ansia, quando si è rilassati vengono prodotte invece endorfine. Questi ormoni sono considerati come degli analgesici naturali perché producono effetti simili, riducendo la percezione del dolore e contribuendo al benessere fisico.


Gli effetti del Covid sui bambini: in aumento i disturbi del sonno e l’ansia

Da cosa è causata e quanto dura la sonnolenza in gravidanza?