La moda incontra ancora una volta la sostenibilità, e la capsule collection lanciata da H&M e Lee è la prova che la strada è perseguibile, oltre che molto trendy.

La capsule collection di solo denim realizzata e lanciata da H&M e Lee è doppiamente trendy. Non solo perché uno dei più grandi marchi del fast fashion si unisce ad uno dei colossi icona del denim, ma soprattutto perché rispetta l’ambiente, e porta avanti un discorso tra moda e sostenibilità che si fa sempre più importante.

Con questa collezione infatti un brand alla portata di tutti rende la sostenibilità pop, e ci mostra come si possa iniziare a portare avanti un obiettivo a lungo termine in questa direzione, senza relegare i capi sostenibili ad un target di nicchia.

H&M e Lee: una collezione in denim nel rispetto dell’ambiente

Già disponibile online, la capsule collection realizzata da H&M in collaborazione con Lee include capi e accessori per donna, uomo e bambino, e dal 25 Febbraio arriverà anche in diversi punti vendita selezionati.

Base della collezione in denim sono naturalmente le silhouette oversize e lo stile informale dei jeans Lee, realizzati solo con materiale sostenibile. Un traguardo per H&M che ha definito questa collezione una svolta decisiva per il mondo del denim.

Abbiamo curato ogni dettaglio e ci siamo sfidati a vicenda in modo positivo. È fantastico lavorare con i modelli iconici di Lee e presentarli con il nostro tocco a tutti gli amanti del denim H&M nel mondo”, ha affermato Jon Loman, il designer di H&M.

Il denim sostenibile di H&M: come è realizzato

Se per H&M questa capsule ha rappresentato una piccola rivoluzione ed un grande onore, non è stato diversamente per Lee, marchio da sempre attento all’innovazione e che si è mostrato più che favorevole nel muoversi verso la produzione di un denim sostenibile.

I capi in jeans della collezione sono realizzati con l’80% di rifiuti post-industriali e il 20% di rifiuti post-consumo: nello specifico i materiali utilizzati sono il cotone riciclato al 100% e fibre artificiali rinnovabili.

Anche i coloranti utilizzati sono sostenibili perché a risparmio idrico, come anche i lavaggi, a basso impatto e certificati da terzi per il loro consumo di acqua, prodotti chimici ed energia. Di volta in volta, H&M renderà disponibili i dati che certificheranno il basso impatto ambientale della collezione.


Look ciabatte in versione street? Chiara Ferragni lancia una nuova (possibile) tendenza

La gonna fa primavera: i modelli must-have 2021