Il Green Pass può diventare obbligatorio sul posto di lavoro: c’è il via libera da Confindustria, che ha però fatto una richiesta al governo.

Il Green Pass diventerà obbligatorio sul posto di lavoro? La risposta in questo momento sembrerebbe affermativa. Sull’ipotesi il governo è al lavoro da diversi giorni, ma adesso ha ricevuto un’importante spinta. Confindustria ha infatti dato il via libera alla possibile introduzione di una certificazione obbligatoria, con una sola condizione: sarà lo Stato a doversi prendere carico dei costi di tale operazione.

Obbligo Green Pass sul posto di lavoro

La grande novità per i dipendenti pubblici al rientro nei propri uffici sarà con tutta probabilità l’obbligo del Green Pass. Come spiegato da Il Messaggero, a dare il via libera definitivo è stato il presidente di Confindustria, che dopo un incontro con i sindacati ha spiegato la propria posizione: “Noi da sempre siamo stati per l’obbligo vaccinale“. Tuttavia, c’è un nodo da sciogliere, e che sta ponendo un freno all’accelerazione definitiva su questo punto.

Tampone vaginale
Tampone

La richiesta di Confindustria al governo è infatti quella di farsi carico del costo dei tamponi, che non può essere sopportato dalle singole imprese, già in difficoltà a causa della crisi che sta seguendo la pandemia da Covid. Una richiesta che però ha trovato il veto, per il momento, da parte del governo. Il timore dei vertici dello Stato è infatti che l’offerta di tamponi gratuiti ai dipendenti possa frenare la diffusione del vaccino.

Certificato verde obbligatorio: la posizione dei sindacati

Ma qual è invece la posizione dei sindacati dei lavoratori sulla richiesta di obbligo del Green Pass sul luogo di lavoro? Al momento filtra una convergenza tra la posizione di Confindustria e quella dei principali sindacati, che hanno a loro volta richiesto al governo e al parlamento di assumersi la responsabilità di adottare un provvedimento del genere: “Noi continuiamo a ritenere che il vaccino oggi sia l’unica arma che abbiamo“.

Non esiste ancora una data per l’estensione del Green Pass a tutti i posti di lavoro statali, ma il periodo di riferimento potrebbe essere ottobre per quanto riguarda i dipendenti pubblici e i lavoratori di luoghi aperti al pubblico come ristoranti, palestre e teatri. Continuano dunque ad arrivare novità sulla certificazione verde, che a breve potrebbe anche vedere prolungata la propria durata.

coronavirus

ultimo aggiornamento: 08-09-2021


La Principessa Charlotte e il nome usato a scuola: ecco come viene chiamata dagli altri bambini

Le migliori frasi per congratularsi