Google Maps ci aiuta a prevenire i contagi: in arrivo un aggiornamento che ci permetterà di capire se i negozi o i locali sono troppo affollati.

Anche Google Maps scende in campo per cercare di contenere la seconda ondata di contagi da Coronavirus. La celebre app di Mountain View dalle prossime settimane ci dirà in anticipo se il luogo in cui ci stiamo recando, sia esso un locale o un negozio, è particolarmente affollato o meno. In questo modo potremo scegliere di evitare i luoghi con troppe persone, riducendo al minimo il rischio di contrarre il virus o di contagiare a nostra volta qualcun altro qualora fossimo asintomatici inconsapevoli.

Novità per i luoghi affollati su Google Maps

Va detto che non si tratta di una novità rivoluzionaria in tutto e per tutto. Già dal 2016 infatti con l’app è possibile tenere sotto controllo il livello di affollamento di molti luoghi, oltre che dei mezzi pubblici. La vera novità è che con questo aggiornamento il numero di locali coperti dal servizio aumenterà di cinque volte, aggiungendo tantissimi supermercati, ma anche farmacie, stazioni di servizio, oltre a spiagge, parchi, e tante altre località.

Persone allarme coronavirus
Persone allarme coronavirus

Grazie a una serie di dati statistici rilevati in tempo reale, Maps riuscirà a indicarci se un luogo è deserto, frequentato o proprio affollato. Ovviamente, non obbligherà però gli utenti a cambiare itinerario. Starà a noi scegliere se ‘rischiare’ o meno. Ma come funziona nel dettaglio questa novità?

Google Maps: dove trovare le informazioni sull’affollamento

Nel dettaglio, le informazioni sull’affollamento o meno delle varie località saranno contenute nelle schede riassuntive. In questo momento di particolare emergenza, però, i dati saranno visualizzati direttamente sulla cartografia, insieme all’etichetta del luogo, ma verranno visualizzati anche in modalità Live View.

Insomma, si tratta di un aggiornamento che potrebbe rivelarsi davvero utile per evitare di far propagare ancora di più i contagi del Covid-19, in un periodo in cui la pandemia sta ancora limitando i nostri movimenti anche tra nazione e nazione, se non attraverso espedienti come il passaporto digitale Commonpass. Tuttavia, non sappiamo quando verrà implementata ufficialmente tale novità. Gli sviluppatori hanno rivelato che sarà questione di poche settimane, e che sarà disponibile sia per Android che per iOS. Non resta che attendere fiduciosi! Di seguito un post con il grafico sull’affollamento:

View this post on Instagram

Google migliora e amplia il sistema che permette di stimare quanto affollati siano negozi e luoghi pubblici, in modo da poter evitare gli orari di punta al supermercato o scegliere il parco meno frequentato. L'annuncio è arrivato nel corso dell'evento online "Search On 2020", in cui la società californiana ha presentato alcune novità legate alla Ricerca Google. Google riesce a stimare l'affollamento utilizzando i dati – anonimi – sulla posizione degli utenti che hanno acconsentito all'uso nelle impostazioni del proprio account. Queste informazioni sui giorni e le ore di maggiore e minore affollamento sono fornite dal 2016 ma adesso, spiega Big G, con la pandemia il loro utilizzo è aumentato, con un +50% tra marzo e maggio. Per questa ragione "abbiamo ampliato le informazioni sull'affollamento in tempo reale a milioni di luoghi in tutto il mondo e siamo sulla buona strada per aumentare la copertura globale di cinque volte rispetto a giugno 2020, sottolinea Google. L'ampliamento include più aree all'aperto come spiagge e parchi, e attività essenziali come alimentari, distributori di benzina e farmacie. Per ottenere le informazioni sugli orari con il maggior numero di visite, inoltre, non sarà più necessario cercare il luogo specifico. A breve, infatti, i dati compariranno nelle indicazioni stradali e direttamente sulla mappa. La novità, assicura Google, sarà disponibile "presto" per gli utenti Android, iOS e desktop in tutto il mondo. (ANSA). #googlemaps #affollamento #coronavirus #covid19 #google

A post shared by Gas.Net Group (@gas_net) on

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Happy Days: il cast si riunisce per un evento a favore di Joe Biden

Con il coprifuoco torna l’autocertificazione: ecco quando e dove serve