Google Maps: ecco come correggere gli errori manualmente le mappe di Google, dai nomi delle strade sbagliati agli incroci o sensi unici mancanti.

L’importanza di Google Maps nelle nostre vite è ormai acclarata. Basti pensare a quanto sia diventato utile non solo per decidere i nostri spostamenti in auto, con i mezzi pubblici o a piedi, ma anche per avere informazioni sui focolai di Covid-19, sugli orari di maggior afflusso nei locali, sui benzinai più economici e così via. Eppure, anche l’app di Big G non è esente da errori. Proprio per questo è in arrivo una funzione che permetterà agli utenti di correggere manualmente gli errori riscontrati, rendendo ancora migliore l’esperienza per tutti.

Correggere gli errori manualmente su Google Maps: ecco come fare

La funzione non è ancora disponibile, ma dovrebbe arrivare su tutti i nostri dispositivi a breve. Attraverso la correzione manuale tutti gli utenti potranno aggiungere strade mancanti, riallineare quelle non perfette, rinominare quelle dal nome sbagliato, eliminare quelle errate. Il tutto attraverso un metodo semplice e rapidissimo.

Google Maps
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/navigazione-mappe-di-google-5755999/

A quanto pare basterà disegnare, letteralmente, la nuova strada sulla mappa. Esattamente come faremmo con qualsiasi programma di disegno digitale, ad esempio Paint. Al momento invece, per segnalare una strada mancante, si può solo lasciare un segnaposto nel punto in cui dovrebbe essere presente la strada, per inviare a Google le informazioni, che poi vengono verificate in un secondo momento.

Con il nuovo strumento invece dovrebbe diventare più rapido non solo l’iter per aggiungere una strada mancante, ma anche quello per correggere eventuali errori, come sensi unici sbagliati o nomi delle strade errati.

Google Maps: le aggiunte saranno verificate

Va comunque sottolineato che Maps non lascerà agli utenti la libertà assoluta, anche per non incorrere in errori come quelli spesso presenti su altri programmi modificabili dagli utenti, ad esempio Wikipedia. L’ultima parola per ogni modifica spetterà infatti sempre a Big G, che farà delle opportune verifiche per assicurarsi che la correzione sia accurata.

Per esaminare la richiesta di modifica serviranno circa 7 giorni. A quel punto si riceverà uan risposta di approvazione o rifiuto. Ma quando sarà disponibile questo nuovo strumento? A quanto pare dovrebbe arrivare nei prossimi mesi in oltre 80 paesi, stando a quanto confermato dall’azienda di Mountain View, che nei mesi della pandemia è diventata ancora più importante nelle nostre vite grazie a tante nuove funzioni:

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/navigazione-mappe-di-google-5755999/


Un grattacielo a forma di molletta: ecco l’opera che sorgerà a Dubai

Le migliori app per libri digitali: ecco quali scegliere per leggere gratuitamente!