GoggleBox, quando inizia il nuovo programma di Italia 1

Tutto pronto per la versione italiana di GoggleBox, il format britannico che racconta il mondo della tv da chi la tv la guarda

chiudi

Caricamento Player...

GoggleBox dopo aver conquistato la Gran Bretagna arriva anche in Italia con la prima stagione. Il factual entertainment, così viene descritto, rappresenta un vero e proprio esperimento per Italia 1 che ha deciso di puntare su questo esilarante reality show made in Uk.

Le origini di GoggleBox

GoggleBox è un programma nato e ideato in Inghilterra nel 2013. Si tratta di un reality – documentario dove protagonisti sono persone comuni. L’innovazione del format è proprio nell’idea di rendere protagonisti i telespettatori, ossia il pubblico che decreta il successo o il fallimento di n programma televisivo. Le telecamere di GoggleBox entrano nelle case di alcuni fortunati (o sfortunati) telespettatori e riprendono i loro commenti ed esternazioni circa trasmissioni cult o di successo. Il tutto viene registrato e successivamente montato. Dal 2013 ad oggi in Inghilterra ci sono state 8 edizioni con un seguito di pubblico non indifferente: circa 4 milioni di telespettatori a puntata. Riuscirà il pubblico italiano a superare quello britannico in fatto di ascolti?

Quando inizia?

GoggleBox è la nuova sfida di Italia 1. Il reality – documentary show, infatti, ha debuttato anche nel nostro paese con la prima edizione trasmessa in seconda serata su Italia 1. Il primo appuntamento è stato trasmessa domenica 23 ottobre alle 23.45 subito dopo la trasmissione cult Le Iene. Considerando gli ascolti registrati il programma ha incuriosito il pubblico di Italia 1 e non solo visto che l’hashtag #GoggleBox ha conquistato il primo posto sul social diventando trend topic della serata. Dati alla mano la prima puntata della versione italiana ha incollato alla tv una media di 660 mila telespettatori conquistando uno share di quasi 7%. Sicuramente un buon risultato considerando l’orario e la fascia di pubblico a cui è rivolto il programma.

(fonte foto: Facebook)