Vediamo in quali circostanze si possono avere i globuli bianchi alti e quali sono i valori di riferimento.

Per indicare i globuli bianchi alti si parla di leucocitosi, una situazione opposta alla leucopenia che si verifica, invece, quando c’è una diminuzione rispetto ai valori normali. La conta dei globuli bianchi fa parte delle valutazioni dell’emocromo, ovvero una delle analisi del sangue più effettuata come routine per valutare lo stato di salute. Vediamo qual è il valore di riferimento e quali sono le cause del loro aumento.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Globuli bianchi: valori di riferimento

I globuli bianchi sono anche chiamati leucociti, da cui derivano appunto i termini leucopenia e leucocitosi. Sono le cellule del sangue che modulano la risposta immunitaria e ci proteggono dai patogeni e dalle sostanze potenzialmente nocive. Nelle analisi del sangue si parla di conta dei globuli bianchi o conta leucocitaria, quando i valori sono al di sopra della norma si parla anche di WBC alti (White Blood Cells).

Esame del sangue emocromo
Esame del sangue emocromo

Si parla di leucociti alti nel sangue quando il valore supera le 11mila unità per microlitro. In ogni caso i valori di riferimento possono anche variare e bisogna fare riferimento ai range del referto del laboratorio. Bisogna anche tenere in considerazione che i valori di riferimento devono essere considerati in rapporto all’età, per cui in ogni caso si dovranno far valutare i risultati al proprio medico. Vediamo ora quali sono in genere le cause che possono portare a un aumento dei valori.

Globuli bianchi alti: le cause

Visto che esistono 5 diversi tipi di leucociti, l’aumento può interessare uno o più di questi sottogruppi. Per questo si parla di leucocitosi granulocitica, linfocitica, monocitica, da eosinofili o da basofili. Vediamo quali sono le cause principali dell’aumento.

Una delle condizioni più comuni è data dalla presenza di un’infezione (batterica o virale), alla quale l’organismo risponde con una maggiore sintesi di queste cellule. L’aumento può dipendere anche dall’assunzione di farmaci e da patologie che interessano il midollo osseo (la sede in cui vengono prodotte queste cellule) come la leucemia. In generale un aumento dei leucociti non deve destare preoccupazione e una delle prime cose da fare sarà ripetere l’esame dopo qualche tempo per verificare se il valore dei globuli bianchi è di nuovo nella norma.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 23-11-2021


Cosa provoca l’eccesso di aria nella pancia e cosa fare per alleviarlo

L’alga spirulina per dimagrire dà davvero quello che promette?