Giorgio Armani chiude la Milano Fashion Week 2022 senza musica: la collezione è un incanto di silhouette minimal, fluide, morbide.

Sono tanti gli stilisti che sul proprio profilo Instagram hanno mostrato sconforto e disapprovazione per quanto sta accadendo in Ucraina. Lo ha fatto anche Giorgio Armani, ma alla sua maniera e andando oltre, come ha sempre fatto del resto, mostrando ancora una volta come lo stilista sia ancora fortemente ancorato a quel legame moda e società che sente profondamente e va al di là di ogni estetica, gusto o tendenza e show.

Giorgio Armani, portando inevitabilmente in secondo piano la sua collezione autunno-inverno 2022-2023, ha scelto di sfilare in silenzio. La sua sfilata è una sinfonia di eleganza e grazia che però non riesce a suonare una musica nel qui ed ora, non trova le note giuste e quasi timidamente si scusa di andare in scena. E se proprio deve lo fa in muto.

Giorgio Armani: la sfilata alla Milano Fashion Week 2022 in silenzio e la commozione

“La mia decisione di non scegliere alcuna musica per lo show è stato un segno di rispetto per tutte quelle persone coinvolte nell’inspiegabile tragedia in Ucraina”, questo il messaggio che appare su Instagram in apertura al video completo della sfilata.

Ma in conferenza stampa Armani è apparso visibilmente commosso e ha spiegato come abbia preso la decisione a poche ore dalla sfilata: “Mi sono chiesto qualche ora prima cosa potessi fare, ma non era una questione di soldi o di vestiti, volevo segnalare subito il mio battito di cuore e per questi bambini”, ha spiegato alla stampa. “La cosa migliore era dare il segnale che non vogliamo festeggiare. Così ho detto che non voglio musica. Anche i ragazzi e le ragazze si sono emozionati”.

L’autunno/inverno 2022-2023: il gioco dei tessuti, il key look Armani da sempre

Nella collezione del prossimo autunno/inverno ricogliamo tutti quelli che sono stati i trend già individuati sulle passerelle della Milano Fashion Week, ma che Armani interpreta secondo il suo personale code a partire dalla gonna lunga, morbida e dinamica, che fa coppia su blazer sofisticati nel blu velvet.

Il tessuto infatti resta il focus su cui Re Giorgio concentra le sue collezioni, cercando rapporti e dialoghi sempre nuovi con le nuance, questa volta blu, celeste e verde preponderanti e da mixare tra loro e ciascuna con le proprie sfumature.

Tra i pantaloni il prossimo inverno si giocherà tra i pantapalazzo meno strutturati e più morbidi in versione cropped per lasciare intravedere gli stivali, e i pantaloni a sigaretta lucidi, laccati o in simil pelle. Nel dress code da sera invece il pantagonna si evolve e si destruttura, in pantaloni con gonna incorporata che parte dalla vita e si apre con spacco in avanti.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 27-02-2022


La metamorfosi #ExquisiteGucci sfila alla MFW 2022: special guest la nuova collaborazione con Adidas

Elisabetta Franchi: antologia della bellezza femminile nell’autunno/inverno 2022-2023