Il dg della Nazionale Cantanti, Gianluca Pecchini, si è dimesso dopo aver cacciato dalla Partita del Cuore Aurora Leone.

Gianluca Pecchini, dg della Nazionale Cantanti, si è dimesso. Dopo essere stato accusato di sessismo da parte di Aurora Leone, cacciata in malo modo dalla cena pre match della Partita del Cuore, l’uomo ha abbandonato la barca. Questo gesto basterà a placare la bufera? Al momento, no.

Partita del Cuore: Gianluca Pecchini si dimette

Aurora Leone dei The Jackal è stata prima invitata e poi cacciata dalla Partita del Cuore. L’episodio di sessismo, visto che è stata allontanata dalla cena pre match perché “donna“, ha indignato l’opinione pubblica. Le polemiche sono nate in un lampo e il dg della Nazionale Cantanti, tale Gianluca Pecchini, ovvero colui che ha asfaltato l’attrice, non ha potuto fare altro che consegnare le sue dimissioni. Attraverso un comunicato stampa ha annunciato:

Mi assumo la responsabilità di quello che è accaduto dimettendomi dal mio incarico in attesa di parlare personalmente con Aurora Leone. Ci tengo però a sottolineare, a scanso di equivoci, che nessun artista si è reso conto dell’episodio in questione; i presenti si sono accorti di quello che stava accadendo nel momento in cui Aurora e Ciro si sono alzati per andarsene via“.

Pecchini, quindi, lascia il suo incarico senza chiedere scusa alla Leone, o meglio senza chiedere umilmente scusa ad Aurora in modo esplicito e non a nome della Nazionale Cantanti. Non a caso, nonostante le dimissioni, le polemiche continuano ad imperversare.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

I Vip in sostegno di Aurora Leone

In difesa di Aurora Leone sono scesi in campo tantissimi Vip, alcuni dei quali hanno deciso di disertare la Partita del Cuore. Primo tra tutti Eros Ramazzotti, che, via social, ha ammesso: “La Nazionale Cantanti nasce su altri presupposti e con l’ambizione di essere un modello positivo ma a queste condizioni, con questa dirigenza, non me la sento di scendere in campo“. A fare eco all’ex marito di Michelle Hunziker c’è Andrea Mariano (ANDRO dei Negroamaro) che, sempre tramite Instagram, annuncia di aver abbandonato Torino per tornare a Milano. Alberto Cazzola de Lo Stato Sociale, invece, concede una chance a Pecchini: “Come uomo di spettacolo e di sport, non posso accettare di stare in un luogo dove il regolamento interno sia apertamente sessista e discriminatorio. Mi aspetto un chiarimento pubblico su questo tema da parte della Nazionale Cantanti, se non avverrà sarò costretto, con immenso dispiacere, a rinunciare a scendere in campo questa sera“.

Tra i Vip che non fanno parte dei giocatori de La Partita del Cuore, il primo ad andare in sostegno di Aurora è stato Fedez. Il rapper, via Stories, ha tuonato: “Sconcertante che un evento benefico si trasformi nella sagra del machismo. Onestamente fa specie il silenzio dei partecipanti all’iniziativa che hanno assistito alla scena“. Chiara Appendino, sindaca di Torino, ha scritto un lungo post di sfogo su Facebook. Si legge: “Stavolta speravo di aver sentito male. Poi speravo di aver capito male. Poi speravo fino all’ultimo in una netta smentita, che non è arrivata e che non arriverà. Anzi, è arrivata la conferma di un episodio fuori dal tempo, dalla storia e dalla ragione“.


Eros Ramazzotti difende Aurora Leone: “Non scenderò in campo con la Nazionale Cantanti”

Carolina Marconi ha un cancro al seno: “Mi sentivo finita come donna”