Fusciacca: tendenze primavera 2016

L’accessorio di tendenza per camicie, abiti, gonne e pantaloni

chiudi

Caricamento Player...

Niente grida Primavera 2016 più dei pantaloni palazzo, modello degli anni ’70 tornato in voga nelle collezioni dell’anno. Questo elegante capo d’abbigliamento con fondo a zampa si abbina perfettamente alla morbidezza della fusciacca, da legare sul davanti in modo che le code del nodo cadano con dolcezza verso il basso. E se iniziasse a fare troppo caldo anche per i pantaloni? Per fortuna, la discendente della cintura giapponese obi è abbinabile praticamente a tutto!

Stampe e scollature

Queste le parole d’ordine della moda primaverile del 2016: pattern tribali, etnici o geometrici su tessuti delicati e romantici (come quelli di Kocca) da abbellire con cinture a fascia monocolore, tendenzialmente in pelle marrone. Sia sulle camicie che sugli abiti, questo dettaglio permette di spezzare il disegno giocando con i contrasti. Motivi ripropone invece la fantasia rigata e a incrocio su vestitini in viscosa dalle lunghe scollature a V, completabili con fusciacca in vita. Trionfano il nero, il blu e l’effetto nude, per abiti adatti anche alle più importanti cerimonie.

La fusciacca, sinonimo di eleganza

L’arrivo della primavera non segna soltanto il boom delle stoffe a fantasia. È invece il momento giusto per dare spazio alla raffinatezza con tessuti morbidi e leggeri, non necessariamente dai colori vivi e accesi. Il nero infatti non tramonta mai, e tanto un maxi-abito quanto una tutona total black non possono che trarre vantaggio dalla bellezza di una cintura stretta in vita. Lo stesso può dirsi dei vestiti da sera, lunghi fino ai piedi ma leggermente raccolti all’altezza dei fianchi grazie a fasce abbinate dalle nuance tenui. La regola d’oro è il riutilizzo intelligente: i foulard possono fare da complemento ai manici delle borse, circondare i polsi, raccogliere i capelli e… perchè no? Diventare delle morbide e sfiziose cinture.