Da un repertorio così vasto, ecco alcune delle frasi delle canzoni di Franco Battiato che hanno acceso i nostri cuori e che resteranno indelebili.

Franco Battiato ha segnato indelebilmente il panorama della musica italiana. La sua musica senza tempo farà vivere il Maestro in eterno, anche dopo la sua morte, avvenuta il 18 maggio 2021. Ecco alcune delle più belle frasi tratte dalle canzoni di Franco Battiato: dai celebri brani scritti con Manlio Sgalambro fino alle cover di altri artisti italiani interpretate dal Maestro.

Citazioni di Battiato: le canzoni che resteranno nel cuore

Dopo la morte, con tanti messaggi di cordoglio per lui, vogliamo ricordarlo attraverso la sua musica. Ecco alcuni estratti dalle canzoni di Franco Battiato, tutte da riscoprire e riascoltare.

Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d’umore, dalle ossessioni delle tue manie. Supererò le correnti gravitazionali, lo spazio e la luce per non farti invecchiare.

Citazione tratta dal celebre brano “La Cura” scritto da Franco Battiato e Manlio Sgalambro e pubblicata per la prima volta come singolo nel 1997. Negli anni molti altri cantanti del panorama musicale italiano interpretarono il brano, fra le cover ricordiamo quella di Adriano Celentano inserita nell’album L’animale (2008) e la live di Fiorella Mannoia in occasione del tour Combattente.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Franco Battiato
Franco Battiato

E ti vengo a cercare, con la scusa di doverti parlare. Perché mi piace ciò che pensi e che dici, perché in te vedo le mie radici.

Tratto dal brano “E ti vengo a cercare” che fa parte dell’album Fisiognomica pubblicato nel 1988.

Vorrei dirti, ora, le stesse cose. Ma come fan presto, amore, ad appassire le rose.

La Canzone dell’Amore Perduto è stata reinterpretate da Franco Battiato per omaggiare la scomparsa di Fabrizio De André. La versione interpretata da Battiato è stata inserita nell’album Fleurs una raccolta quasi interamente di cover pubblicata nel 1999.

La stagione dell’amore viene e va, i desideri non invecchiano quasi mai con l’età.

Il brano “La stagione dell’amore” fa parte di Orizzonti perduti del 1983.

Cerco un centro di gravità permanente, che non mi faccia mai cambiare idea sulle cose sulla gente.

Centro di gravità permanente è un brano tratto da La voce del padrone album del 1981che si è aggiudicato il primato per essere il primo disco italiano ad aver superato il milione di vendite.

Te lo leggo negli occhi stai soffrendo per me. E nei tuoi occhi che piangono, mille ricordi non muoiono.

“Te lo leggo negli occhi” è un brano di Sergio Endrigo, reinterpretato da Battiato e incluso nell’album Fleurs.


Venduto a New York (per oltre 100 milioni di dollari) un dipinto di Picasso

Decreto riaperture: dal coprifuoco alle feste, ecco tutte le novità