La proposta di legge per eliminare il fotoritocco sui social arriva dal parlamento britannico e potrebbe essere una svolta per l’online.

Il fotoritocco sui social non rende liberi di esprimersi, anzi è deleterio per i giovani che, ogni giorno di più, si sentono inadatti e vogliono assomigliare alle immagini perfette che seguono su Instagram, Facebook e altre piattaforme simili.

Questa pratica del “trasformare” il proprio corpo digitalmente per poi pubblicare le foto online potrebbe avere le ore contate. Nel parlamento britannico una proposta di legge per eliminare il fotoritocco sui social è stata presentata e potrebbe segnare la fine delle silhouette perfette.

Fotoritocco

Digitally Altered Body Images Bill: cos’è

La Digitally Altered Body Images Bill è il nome della legge, proposta al parlamento britannico da Luke Evans che ha motivato la sua decisione e l’importanza di regolare la manipolazione delle immagini online con queste parole: “I filtri stanno creando un’aspirazione irrealistica e irrealizzabile. Con un clic del mouse puoi avere bicipiti più grandi, con il semplice tocco di un pollice puoi avere una vita più sottile”.

Ma come fare per arrivare a risultati efficaci che potrebbero velocemente fare il giro del mondo e cementarsi anche in altri Stati come l’Italia? L’idea è quella di imporre l’applicazione di un particolare logo o hashtag su ogni foto modificata.

Basta fotoritocco sui social: perché

Gli stereotipo di bellezza del 21esimo secolo sono veramente irrealizzabili. Per questo tantissimi, influencer e non, ricorrono ai programmi per modificare il corpo nelle fotografie digitali come Photoshop. I difetti non sono ammessi e questa pressione sociale sta portando i giovani a un livello di stress mai visto. Secondo le stime in Inghilterra circa 1,25 milioni di persone soffre di disturbi alimentari e per tantissimi questi problemi sono dovuti alla ricerca di adeguarsi.

Per sdoganare questi stereotipi di bellezza tanti personaggi del mondo dello spettacolo o dei social si sono mostrati con pregi e difetti, come per la foto di Chiara Ferragni con la cellulite.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
vetrina

ultimo aggiornamento: 20-09-2020


Chiamami col tuo nome, dall’Oscar alla censura: tutto sul film di Luca Guadagnino

Novità nelle dirette Facebook e Instagram: arrivano i sottotitoli automatici