Fleet di Twitter: come funzionano le Stories del celebre social network dedicato ai cinguettii, una delle novità più importanti degli ultimi anni.

In un mondo di storia, Twitter non poteva restare a guardare. Così, ha deciso di mettersi in pari (più o meno) con i social del gruppo Facebook, dando vita alle proprie Stories. Solo che non si chiamano Stories, bensì Fleet.

Questa novità molto importante nel mondo dei social network era già stata annunciata nell’estate del 2020, ma solo con l’aggiornamento di novembre è arrivata a tutti gli effetti sui nostri smartphone. Ma come si fanno i fleet? Scopriamolo insieme: ecco cosa sono nel dettaglio e come funzionano.

Twitter: come funziona un fleet

Dopo una prima fase di test avviata in Brasile lo scorso marzo, il social di Jack Dorsey ha ufficializzato il rilascio globale della nuova funzione nel mese di novembre. I Fleet non sono altro che un formato di contenuto capace che può permetterci di creare post che si autoeliminano dopo 24 ore. Proprio come le Stories. O quasi.

Taggare social
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/twitter-facebook-insieme-292994/

Nei fleet possiamo caricare testo corredato con foto, sfondi particolari, GIF e video, prelevandoli all’istante dal proprio cellulare, o anche creandoli in diretta. Ovviamente, anche visualizzare i fleet sarà molto semplice: basterà cliccare sulle icone dei profili che ci interessano, e potremo interagire anche con i creator inviando reazioni o messaggi privati. Questo il video con cui il social azzurro ha presentato la nuova funzione:

Fleet Twitter: critiche e reazioni

Il rollout della novità è già in corso, e la funzione dovrebbe essere disponibile per tutti entro pochi giorni. Anche il popolo di Twitter potrà così godere di una novità a lungo attesa. Tuttavia, la reazione degli utenti è stata contrastante: c’è infatti anche chi non riteneva tale funzionalità necessaria, chi invece ha contestato il social di non avere alcun pulsante modifica, ben più importante dell’opzione fleet.

Tuttavia, la società è convinta di aver fatto la scelta giusta, e ha motivato così l’arrivo di questa nuova funzione, che segue la novità dei vocali: “Attraverso i nostri test abbiamo appreso che Fleets aiutava le persone a sentirsi più a loro agio a partecipare alla conversazione: abbiamo visto persone con Fleets parlare di più su Twitter. Chi è nuovo su Twitter ha scoperto che FLeets è un modo più semplice per condividere ciò che ha in mente. Poiché scompaiono dalla vista dopo un giorno, Fleets ha aiutato le persone a sentirsi più a loro agio nel condividere pensieri, opinioni e sentimenti personali e casuali“.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/twitter-facebook-insieme-292994/

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19

TAG:
twitter

ultimo aggiornamento: 21-11-2020


Ryan Reynolds compra una squadra di calcio per realizzare una serie TV

Arriva il “Colosseo Lego”: il set da record con oltre 9 mila pezzi