Fichi D’India, il dramma a tre anni dal malore di Bruno Arena

Sono tre anni che Bruno Arena dei Fichi D’india lotta per tornare a vivere una vita normale dopo l’aneurisma

Nel salotto di Barbara D’Urso a Domenica Live, si è tornato a parlare di Bruno Arena in compagnia di Max Cavallari, presente in studio; Max ha raccontato nel dettaglio il terribile momento in cui Bruno ebbe il malore durante le riprese di Zelig, nel gennaio 2013, e fu portato di corsa in ospedale per un aneurisma celebrale. Momenti di paura e dolore per lo stesso Cavallari e per la famiglia Arena unita intorno a Bruno fino al suo risveglio dal coma e dopo durante la lunga riabilitazione che continua tutt’ora; il comico ancora non parla e fatica a camminare, ma non ha perso l’animo allegro e la voglia di vivere. Max Cavallari si è raccontato nella sua nuova vita da comico solitario con lo spettacolo Stasera sono fico.

Tutti mi chiedono di Bruno, ogni volta. Io dico che sta bene e gli dedico una canzone. Sono tantissimi a scrivergli su Facebook. 

In studio è poi arrivato Gianluca, il figlio di Bruno Arena, che Max conosce da quando è nato: 

Ho chiesto a papà se potevo venire qui a fare una sorpresa a Max, mi ha detto lui di farlo. Papà è già contento così, sa che il pubblico non lo ha dimenticato.

La vita privata di Max Cavallari

Il comico ha anche raccontato il suo dramma personale in famiglia, parlando della moglie che ha deciso di lasciarlo, dopo questo periodo difficile:

Sapevo che stavamo vivendo delle difficoltà ma non mi aspettavo la lettera dell’avvocato, con cui si avviavano le pratiche della separazione. Per carità, lei mi è stata vicina nel periodo di Bruno, ma io poi dopo ho dovuto ripensare la mia vita ed ero poco presente.

Però, secondo me, in questi casi di deve parlare, abbiamo due figli. La amavo poi ho perso la stima e quando si perde la stima…. Ho perso la stima perché non si fa così, si deve parlare, si deve riprovare. Ci sono dei valori. Io riproverei. Lei lo sa.

Fonte: VideoMediaset
Fonte: VideoMediaset

ultimo aggiornamento: 23-11-2015

Roberta Picco

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X