Facebook, Mi piace o Segui? Il social è pronto a rivoluzionare le proprie pagine, togliendo la possibilità del tasto Mi piace per lasciare solo un’opzione.

Meglio mettere Mi piace o Segui a una pagina Facebook? Dopo tanto tempo, questo dilemma è destinato a scomparire. Il social network di Menlo Park sta infatti per cancellare il tasto Mi piace dalle pagine. Una decisioine arrivata dopo un lungo periodo di coabitazione tra le due opzioni che aveva creato non poca confusione anche tra gli stessi social media manager e tra gli esperti. Come riferito da La Stampa, si tratta di un’iniziativa che si inserisce all’interno dei nuovi piani del responsabile della sezione Public Connections e Monetization Asad Awan, desideroso di rendere più chiara e piacevole l’esperienza per gli utenti.

Le pagine Facebook perdono il tasto Mi piace

Fin dalla nascita del social network più famoso al mondo i Mi piace sono stati l’essenza stessa dell’esperienza social. Per anni sono stati infatti il metodo più oggettivo per poter capire se le persone fossero o meno interessate ai contenuti pubblicati da una determinata pagina.

Taggare social
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/twitter-facebook-insieme-292994/

Quest’opzione era però entrata in conflitto negli ultimi anni con il tasto Segui, che offre l’opportunità di seguire gli aggiornamenti di una determinata pagina anche senza ‘regalarle’ il Mi piace. Da qui l’emergere di una certa confusione che ha caratterizzato l’analisi delle pagine negli ultimi anni. Una confusione cui si è deciso di porre rimedio di fatto cancellando il buon vecchio Mi piace.

Perché Facebook toglie i Mi piace alle pagine?

Si tratta di una scelta che segue le novità degli ultimi mesi, come i filtri per vedere i post, e ha una motivazione anche filosofica alla base. Se il Mi piace prevede infatti che il nostro giudizio sia positivo riguardo qualcosa, il segui determina solo un interesse, senza conseguenze sul piano ‘morale’. Potrebbe in effetti interessarci anche qualcosa che non ci piace davvero. E visto che all’interno dei social ciò che conta non è solo il gradimento, ma soprattutto l’attenzione, il parametro del Segui sembra più in linea con gli obiettivi della piattaforma.

Va comunque chiarito, a scanso di equivoci, che stanno per scomparire i Mi piace alle pagine Facebook, non i Like ai singoli contenuti ed elementi pubblicati da pagine o utenti. In altre parole, potremo continuare a regalare il celebre ‘pollicione’ a un video, un link o un post con cui ci troviamo d’accordo.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/twitter-facebook-insieme-292994/

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.


Cos’è Parler, l’app dei fan di Trump messa al bando da Amazon, Apple e Google

Vaccino Moderna: ecco come funziona