Le piattaforme di Mark Zuckerberg sono al momento offline. Vi immaginate un mondo senza social? Sarebbe possibile, ma c’è chi perderebbe la sua principale ragione di vita, e fonte di business.

Ecco, ci mancava solo l’Instagram down oggi. Nuova e moderna versione del sempiterno “mai una gioia.” Oggi 4 ottobre 2021 a partire dalle ore 17 e 30 si è verificato un nuovo black-out per i social network di Mark Zuckerberg. I primi a segnalare il problema sono stati degli utenti di Twitter, l’unica piattaforma social ancora funzionante.

La piattaforma Facebook è down da parecchi minuti, insieme a Instagram e Whatsapp. Il che ha scatenato una prevedibile tanto quanto convulsa reazione di panico in tutti coloro che usano i social e, in particolare, in coloro che con i social network ci lavorano. Le reazioni degli utenti a questo cataclisma informatico si sono accumulate sotto gli hasthag #facebookdown e #instagramdown che certificano i problemi delle piattaforme. Non è ancora chiaro, al momento, fino a quando durerà il black-out social.

Vi immaginate un mondo senza social? Ormai siamo così avvezzi all’uso dei social network che la loro presenza è parte integrante e significativa della nostra vita quotidiana. Riconosciamo che un mondo senza social è possibile perché l’abbiamo vissuto, tuttavia l’assenza di questi fondamentali mezzi di comunicazione e informazione ci appare intollerabile. Se si blocca il mondo social è come se si fermasse un’arteria fondamentale della comunicazione globale.

E poi che ne sarebbe degli influencer? Perderebbero la loro principale fonte di guadagno, oltre che la loro principale ragione di vita. In una classifica delle loro composte reazioni di disperazione, ecco un video di Fedez diventato un cult.

E voi come state reagendo a questo improvviso black-out social? Siete disperati come Fedez?

Riprendiamo un evergreen di trash italiano.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 04-10-2021


Tragedia vicino Milano, precipita un aereo: ci sono otto morti, tra cui un bambino

Pandora Papers: ecco di cosa si tratta e cosa hanno rivelato