Il velivolo, partito da Linate e diretto ad Olbia, si è schiantato in picchiata contro un palazzo a San Donato.

L’ultraleggero è partito questa mattina dall’aeroporto di Linate, a Milano, diretto verso Olbia, in Sardegna. Poco dopo, come testimoniano i presenti, si è schiantato in picchiata contro un palazzo in ristrutturazione a San Donato, vicino la stazione della metro, causando così il divampamento di un incendio. Sono stati subito avvertiti i Vigili Del Fuoco, ma ormai non c’era nulla da fare. Hanno perso la vita tutte le persone presenti a bordo, piloti e passeggeri, tra cui un bambino. Al momento dell’impatto non erano presenti persone all’interno della palazzina, che domani sarebbe stata presenziata dagli operai dei lavori di ristrutturazione.

Alla guida dell’areomobile un cittadino rumeno di 65 anni, Dan Petrescu, considerato uno tra i più ricchi immobiliaristi di Romania. Con Lui hanno perso la vita anche la moglie ed il figlio di 30 anni, Dan Stefan Petrescu.

Come testimoniano alcuni presenti e il funzionario dei vigili del fuoco, Carlo Cardinali, al momento dello schianto l’aereo si è spezzato in vari punti che si sono poi dispersi nel cielo. Il funzionario ci fornisce una prima ricostruzione dei fatti, come ci riporta Tgcom : “L’aereo ha effettuato una virata dopo il decollo e quindi probabilmente il pilota si è accorto di qualche anomalia“. Dallo stesso sito, si aggiungono le parole di un testimone: “L’aereo aveva un motore in fiamme ed è venuto giù in picchiata, non si sono viste manovre, ma è proprio precipitato“. Rimaniamo in attesa di ulteriori notizie: è stata aperta un’inchiesta dall’Agenzia nazionale per la sicurezza.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 03-10-2021


Nuovi dettagli sul caso del bimbo morto a Città della Pieve

Facebook down insieme a Instagram e Whatsapp: le reazioni degli influencer