Esercizi per rilassare l’utero in gravidanza

Per rilassare l’utero in gravidanza bastano semplici esercizi fisici, come la farfalla e gli esercizi di Kegel da eseguire anche in preparazione al parto.

chiudi

Caricamento Player...

Durante la gravidanza l’utero aumenta il proprio volume per accogliere in modo confortevole placenta e feto. Le sue dimensioni, dunque, aumentano considerevolmente durante i 9 mesi di gravidanza e questo può provare lo schiacciamento dell’uretra, facendo aumentare il desiderio di fare pipì, il bacino provocando talvolta contratture che interessano l’utero stesso.

Avvicinandosi alla data presunta del parto, inoltre, pavimento pelvico e utero necessitano di essere rilassati per affrontare il parto, durante il quale tutti i muscoli inferiori del corpo dovranno compiere enormi sforzi.

Un esercizio particolarmente indicato per rilassare l’utero in gravidanza è la “farfalla” che prepara appunto il bacino all’apertura necessaria al parto, rilassando l’utero, il pavimento pelvico, tonificando i glutei e migliorando la circolazione sanguigna.

Si tratta di un esercizio semplice, da compiere in posizione seduta con la schiena dritta e le piante dei piedi il più possibile unite e vicine al bacino. Con le mani si afferrano le punte dei piedi e si inizia così a molleggiare, senza sforzo eccessivo, le gambe inspirando profondamente e portando schiena e testa all’indietro. Durante l’espirazione, invece, schiena e testa tornano in avanti.

Altri esercizi che possono aiutare a rilassare l’utero e il pavimento pelvico in gravidanza sono gli esercizi di Kegel. Si tratta di semplici contratture volontarie dei muscoli pelvici, posti alla base della cavità addominale-pelvica, da eseguire quando e come si vuole (in piedi, da seduti, da sdraiati) in quanto richiedono solo la contrattura per qualche secondo di questi muscoli con successivo rilascio e rilassamento senza effettuare alcun altro movimento di gambe, glutei e muscoli addominali.