Per curare l’epicondilite, i rimedi naturali si rivelano molto efficaci. Scopriamo quali sono quelli che funzionano meglio.

Parlare di epicondilite e di rimedi naturali è molto importante. Si tratta infatti di una tendinopatia che coinvolge i tendini di polso e dita e che può provocare diversi disagi e dolore a chi ne soffre.
Di diverse tipologie (ci sono ben quattro stadi), nelle situazioni più gravi può essere anche degenerativa, motivo per cui è sempre importante avere un parere preciso sulla situazione personale al fine di capire come muoversi.
Per fortuna, per l’epicondilite i rimedi efficaci ci sono e sono anche semplici da mettere in pratica. Ovviamente, prima di agire è sempre consigliabile consultarsi con il proprio medico che saprà dare le indicazioni più giuste.

Epicondilite: i rimedi della nonna che funzionano maggiormente

La prima cosa da fare, ancor prima di curare l’infiammazione del gomito con rimedi naturali è ovviamente quella di tenere la parte il più possibile a riposo.

epicondilite
epicondilite

In questo modo, infatti, si eviteranno traumi e problemi di vario genere, rendendo il processo di disinfiammazione molto più rapido.
Andando ai rimedi, tra i più conosciuti ed efficaci ci sono gli impacchi di argilla che aiutano ad alleviare il gonfiore e quelli di Aloe che grazie alle proprietà lenitive insite nella pianta, aiutano a far diminuire i sintomi dolorosi.

Per il gomito del tennista, tra i rimedi della nonna ci sono poi delle creme specifiche come l’artiglio del diavolo e l’arnica montana che applicate sulla parte hanno un effetto disinfiammante e contribuiscono a far cessare il dolore piuttosto rapidamente.

Esercizi che possono contribuire ad alleviare il dolore

Oltre ai rimedi sopra indicati può essere utile prendere anche l’abitudine di effettuare alcuni semplici esercizi decompressivi e di allungamento. Così facendo si può contare su una maggior flessibilità della zona. A ciò si può aggiungere anche l’uso di un tutore.

In ogni caso, anche prima di far uso di prodotti naturali, è sempre meglio chiedere un parere al proprio medico curante. In questo modo si potrà agire nel modo corretto e in base ai sintomi e al tipo di epicondilite di cui si soffre.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 31-03-2022


Come creare un coniglio di Pasqua con un lavoretto veloce e divertente

Unghie gialle: cause e possibili rimedi